Advertisement

Hai una bellissima casa per le vacanze, equipaggiata con tutte le comodità necessarie a un accogliente e confortevole soggiorno, eppure non stai ricevendo il numero di prenotazioni che ti aspettavi.

Invece di rassegnati e restartene seduto ad aspettare prenotazioni che arrivano con il contagocce, prova a fare una bella pensata su cosa stai sbagliando. Sappiamo che è difficile ammettere le proprie colpe, ma probabilmente rimediare è più semplice di quanto sembra.

In questo articolo di brutale franchezza passiamo in rassegna i sei principali motivi per cui non riuscirai mai ad aumentare le prenotazioni per le tue case vacanze (a meno che tu non faccia qualcosa AL PIÙ PRESTO).

1. Il tuo sito ha un pessimo design

Se non pensi al tuo sito come la porta d’ingresso della tua casa vacanze, commetti un grosso errore.

E per quanto sia importante l’aspetto delle pagine, non dovresti preoccuparti solo dell’estetica. Devi considerare che un numero sempre maggiore di persone prenota usando dispositivi mobili, e se le pagine del sito non si adattano agli schermi degli smartphone o dei tablet, le visite calano. Non solo, ma tempi lunghi di caricamento, una struttura di navigazione disordinata e la mancanza di coerenza nello stile o nella comunicazione che fai sul sito contribuiscono a far sì che gli utenti vadano altrove.

Non avrai mai una seconda occasione per dare una buona prima impressione, dunque fai in modo che i potenziali clienti non rinuncino a una prenotazione a causa degli errori di design del sito.

2. Nessuno ti trova

Anche avendo il design migliore del mondo, a cosa serve se nessuno visita mai il sito?

Molti proprietari di case vacanze sottovalutano l’importanza del SEO e delle altre tecniche di marketing online per attirare traffico al loro sito, ma non ci stancheremo mai di dire che queste pratiche hanno un effetto potentissimo.

Ci rivolgiamo in particolare a un gruppo di proprietari: quelli che non hanno ottimizzato le parole chiave che descrivono la loro attività, con un nome di dominio difficile da ricordare (o addirittura da pronunciare!) e con una scarsa presenza sui social network.

Appena correggerai queste negligenze ti renderai conto di quanto sia facile far impennare il numero di visite al sito e ottenere più prenotazioni.

3. Le tue inserzioni fanno pena

Dunque: hai un sito dignitoso e l’hai ottimizzato per il SEO, ma ancora non hai avuto tempo da dedicare agli annunci che vi compaiono — così però non puoi pretendere di avere molte prenotazioni!

Gli utenti danno più valore alla creatività che al prodotto, e sono più attenti alla personalità che al prezzo, perciò buttare giù delle frasi a casaccio e farle passare per descrizioni non può bastare.

Con l’affermarsi dell ‘instant booking’, la prenotazione in tempo reale, e il diminuire dell’interazione tra ospite e padrone di casa nelle trattative commerciali, una buona descrizione dell’immobile è qualcosa di essenziale.

Ci sono molte risorse a cui puoi accedere per imparare a scrivere i testi degli annunci, ma non ti preoccupare se non ti senti all’altezza, puoi anche scegliere tra una moltitudine di professionisti o agenzie e ingaggiare qualcuno che li scriva al posto tuo.

E comunque le parole non sono la sola cosa che conta. Delle foto di buona qualità sono altrettanto importanti (se non di più). La maggior parte dei tuoi potenziali ospiti non vedrà mai la casa dal vivo prima di effettuare una prenotazione, perciò le immagini che mostri sul sito devono essere più eloquenti di qualsiasi descrizione, e fatte bene, per giunta!

Puoi raddoppiare, triplicare o anche quadruplicare il volume di prenotazioni, ma ci puoi riuscire soltanto con annunci efficaci dotati di un’ottima documentazione fotografica delle tue case vacanze.

4. Non hai abbastanza recensioni

Senza buone recensioni le prenotazioni ci metteranno dei secoli a salire.

Quante volte ti è capitato di consultare le raccomandazioni online prima di andare al ristorante? O al cinema? O addirittura, prima di scaricare un’app?

Nelle nostre vite condizionate da Internet le recensioni online sono tutto, perciò se sul tuo sito non ce ne sono, nessuno ti prenderà in considerazione, meno che mai si prenderà la briga di prenotare un soggiorno.

Raccomandazioni attendibili scritte da veri ospiti che hanno soggiornato nella tua casa vacanze – e che garantiscono che è bella come appare sul sito (o anche meglio) – sono un  tipo di social proof estremamente utile all’affermazione del marchio e convincono altri utenti a soggiornare da te.

Devi prendere l’abitudine di richiedere recensioni a tutti gli ospiti ogni volta che se ne presenta l’occasione perché i loro commenti possono avere effetti incredibili sul numero di prenotazioni che puoi acquisire.

Anche le recensioni negative non vengono per nuocere e come padrone di casa potrai imparare delle lezioni importanti anche dalle testimonianze meno lusinghiere, purché tu sappia gestirle in modo corretto.

5. Sei troppo lento nelle risposte

Ogni gestore di case vacanze ha il terrore di aprire la mail dopo qualche giorno trascorso lontano dal computer perché teme di trovarvi richieste alle quali non ha risposto, il che si traduce spesso in mancate prenotazioni.

A dire il vero questo succede ancora a molti. Sappi che in questo modo le prenotazioni non aumenteranno.

Se per qualunque motivo preferisci le richieste di prenotazione alle prenotazioni immediate, dovrai mettere in atto qualche procedura per evitare che le richieste ti sfuggano. Una cosa è certa, se non rispondi alla svelta i potenziali ospiti se ne andranno da qualche altra parte.

Perciò imposta delle email di risposta automatiche, attiva le notifiche push dello smartphone e sincronizza tutti i canali di prenotazione per non avere prenotazioni doppie, insomma, fai tutto ciò che è necessario per evitare di perdere occasioni!

6. Hai dei prezzi completamente sballati

Lo ammettiamo, è difficile definire i prezzi giusti. In compenso con dei prezzi completamente sbagliati puoi tranquillamente mettere una croce sulle tue case vacanze.

Se non hai impostato tariffe differenziate per alta e bassa stagione o non hai nemmeno pensato a una presentazione delle tariffe decente, ti aspettano delle cocenti delusioni quando vedrai che la tua bellissima casa vacanze non si affitta.

A quel punto, fa poca differenza che i tuoi concorrenti siano più economici o che la tua casa in confronto sia un affare. Sei a un punto morto.

Se vuoi avere la casa occupata il più a lungo possibile, fai un’analisi del mercato e implementa una solida strategia di prezzi, solo così otterrai il tanto auspicato aumento delle prenotazioni.

Come vedi, questi problemi sono facili da risolvere, ma se ancora non hai un sito personale, affronteremo presto anche quel tema. Parti con il piede giusto e richiedi una prova gratuita di 14 giorni dei servizi Lodgify.


Crea il tuo sito ora!

Come ti è sembrato questo articolo?
Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *