Advertisement
  • Home
  • /
  • Web Design
  • / 7 segni che indicano che è giunto il momento di rinnovare il sito

A quanto pare ci sono ancora troppi proprietari di case vacanze che nel mercato competitivo di oggi non riescono a fare altro che tirare avanti. E lo fanno con un sito che non è assolutamente all’altezza! Quando è stata l’ultima volta che hai avuto il coraggio di esaminare obiettivamente il tuo sito? Non sarebbe ora di aggiornarlo?

Ti sveliamo i sette segni inequivocabili che indicano che è giunto il momento di dare una sistemata al tuo sito di case vacanze, per poi tornare nella mischia con qualche arma in più.

1. Non è responsive

Adesso è ufficiale: più della metà dei viaggi fatti nel 2016 sono stati prenotati mediante uno smartphone, perciò se il tuo sito non è ottimizzato per i dispositivi mobili, stai già perdendo prenotazioni.

Se vuoi accertarti se il tuo sito è responsive oppure no, non devi far altro che andare sullo strumento gratuito di Google per la verifica della compatibilità per dispositivi mobili e scoprirlo.

Non serve un genio dei computer per realizzare un sito responsive. In giro ci sono un sacco di software per case vacanze in grado di sfornare templates prefabbricati che renderanno il tuo sito compatibile con gli schermi di smartphone e tablet facendoti passare il severo esame del tool di Google.

2. Non puoi elaborare pagamenti sicuri

Se non sei in grado di gestire le prenotazioni e ricorri al contante o agli assegni per farti pagare dai clienti al loro arrivo, o se ti fai pagare con bonifico bancario, i tuoi potenziali ospiti potrebbero non voler riporre una fiducia incondizionata sul sito. In effetti, potrebbero addirittura dubitare che sia legale.

Un  sistema di prenotazioni semplice che ti permetta di accettare pagamenti sicuri online (ad esempio, con carta di credito) non solo riporterà all’istante il tuo sito nell’era moderna, ma deporrà a favore della tua credibilità di agenzia di case vacanze.

A parte che le carte di credito sono il metodo di pagamento preferito dai giovani, c’è da dire anche che hanno un sacco di vantaggi sia per il proprietario che per il cliente, specialmente in termini di sicurezza online, prevenzione delle frodi e comodità.

3. Non è esteticamente attraente

Allontanati un passo dal tuo sito, mettiti nei panni del tuo ospite e riapri la pagina: ti fa venire voglia di prenotare le case per le vacanze che proponi?

Se la risposta è no, significa che è il momento di impegnarsi in un bel rinnovo.

Ci sono un sacco di cose che devono essere fatte, e altrettante che è meglio evitare quando si mette mano al design di un sito di case vacanze, ma partiamo dall’inizio: il sito deve essere gradevole, attrarre potenziali ospiti e stimolarli a prenotare un soggiorno nella tua struttura.

Ciò si traduce in foto di alta qualità, un abbinamento di colori gradevole, una facile navigazione e un’esperienza utente complessivamente soddisfacente. Senza queste cose nessun visitatore andrà mai oltre la pagina iniziale.

4. Per aggiornarlo ci vuole una laurea in informatica

I siti moderni non devono essere complicati, ma soprattutto, non dovrebbero richiedere competenze professionali per aggiornare informazioni semplici come i dati di contatto.

Se l’operatore che ti fornisce il sito è rimasto indietro e persino la più piccola modifica è difficoltosa da eseguire, faresti bene a pensare di passare a un editor di siti che sia intuitivo e capisca che non tutti gli utenti sono programmatori con anni di esperienza alle spalle…

Comunque, sia che il sito sia realizzato con templates come quelli di Lodgify o con un altro sistema come WordPress o Wix, è fondamentale avere accesso al CMS (Content Management System) e a un’area di amministrazione per poter effettuare tutti gli aggiornamenti necessari nel modo più semplice e rapido possibile.

5. È difficile tenere i contatti con gli utenti

I tuoi dettagli di contatto sono chiaramente visualizzati su ogni pagina del sito? Hai un modulo di contatto facilmente accessibile? Perché senza queste funzionalità non puoi aspettarti di interagire con i tuoi utenti.

Oltre a scegliere una casa vacanze perché sono attratti dalla sua posizione, dal prezzo e dai servizi, i potenziali ospiti prima di effettuare una prenotazione vogliono conoscere personalmente il padrone di casa. Probabilmente i visitatori del tuo sito stanno cercando anche altri alloggi nella tua zona (e hanno bisogno di informazioni), dunque non lasciare che la concorrenza abbia il sopravvento.

Per dare una marcia in più al tuo servizio e fare in modo che i tuoi visitatori ricordino la tua casa vacanze invece che quella di un concorrente, basterebbe semplicemente istruire il tuo servizio di mail a inviare un messaggio di risposta automatica ogni volta che ricevi una richiesta.

6. Ci mette dei secoli a caricarsi

Recenti ricerche hanno dimostrato che più del 50% degli utenti internet abbandonano un sito se ci mette più di tre secondi a visualizzare la pagina. Vuoi che anche il tuo sito faccia quella fine?

Ci sono un sacco di modi per ottimizzare un sito e renderlo più veloce. Parlarne qui sarebbe noioso, anche perché molti fornitori di spazi web hanno già le soluzioni sotto mano. Ti basterà sapere che avere un sito veloce può fare molta differenza quando si ha a che fare con utenti che sfogliano freneticamente le pagine alla ricerca della casa vacanze che fa per loro!

7. Non ricevi prenotazioni

Un momento, ma questo non avrebbe dovuto essere il primo punto? Beh, non necessariamente, perché molti proprietari di case vacanze per le prenotazioni si affidano a siti di annunci, anche se ci sono delle controindicazioni!

Il tuo sito di case vacanze e ogni altro sito su cui compaiono i tuoi annunci dovrebbero essere complementari. Detto questo, gli utenti dovrebbero anche essere liberi di consultare il tuo sito in modo svincolato e riuscire a fare prenotazioni senza sobbarcarsi delle commissioni o costi che sono invece imposti da Airbnb e HomeAway.

Se non ricordi quando hai ricevuto l’ultima prenotazione direttamente sul tuo sito, è davvero il momento di correre ai ripari! Per portare traffico (e prenotazioni) sul tuo sito devi prendere confidenza con il SEO, apprendere altri tipi di marketing on line e assimilare il concetto di “social proof”. Vedrai che le prenotazioni cominceranno ad arrivare.

Assicurarsi che il sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili, user-friendly, al passo con la tecnologia e pronto per raccogliere prenotazioni e pagamenti è solo l’inizio. Comincia adesso la prova gratuita di 14 giorni con Lodgify e scopri quanto è semplice ridare vita al tuo sito e alla tua attività.

Crea subito il tuo sito!

Come ti è sembrato questo articolo?
Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *