Lettura:
Agenti immobiliari: novità in vista, ma niente panico

Agenti immobiliari: novità in vista, ma niente panico

Nei giorni scorsi la Camera dei Deputati ha approvato la Legge Europea 2018 (C. 1432-A) che riguarda la riforma della professione di agente immobiliare. Potrebbe trattarsi di una svolta storica? Forse si. Avrà ripercussioni negative sulle attività svolte da proprietari di case vacanze e property manager? Noi crediamo di no. È davvero troppo presto per trarre conclusioni affrettate, ma siamo ottimisti! Quindi al bando gli allarmismi!

Cerchiamo piuttosto di capire cosa è emerso finora, tenendo presente che la riforma ha passato le sue prime fasi, ma non è ancora legge a tutti gli effetti: dovrà infatti passare il filtro del Senato.

In cosa consiste

La disposizione approvata all’art. 2 mira ha sbloccare i divieti che impedivano, fino ad oggi, agli agenti immobiliari di svolgere attività imprenditoriali.

Secondo la norma attuale, infatti, un agente immobiliare non può essere allo stesso tempo un lavoratore dipendente, un imprenditore o un professionista operante in altri settori. Queste regole sono state giudicate eccessive e non necessarie dall’Unione Europea, che ha invitato l’italia a rivedere la normativa in materia.

Si parla non a casso di “caduta delle incompatibilità“, ovvero la possibilità, per le agenzie immobiliari, di trasformarsi in agenzie multiservizi: in questo modo gli agenti immobiliari non sarebbero più dei puri intermediari, ma dei veri e propri fornitori di servizi, in grado di soddisfare ogni necessità di coloro che oggi assistono in investimenti immobiliari o nell’iter di acquisto o affitto di una casa….e dunque anche di una casa vacanze o appartamento per affitti brevi.

L’emendamento al disegno di Legge Europea proposto dal governo e appoggiato dalle opposizioni, cancella di fatto le incompatibilità per queste figure professionali e si pone l’obiettivo di ridefinirne il ruolo. Ecco allora che anche chi opera in settori che sono a stretto contatto con quello immobiliare, potrebbe abbinarvi l’attività di agente.

Cosa c’è di nuovo per gli agenti immobiliari

Gli agenti immobiliari potranno svolgere attività fino ad oggi vietate, nonostante esse debbano essere in ogni caso legate alla gestione di un immobile. Di fatti, rispetto alla versione iniziale del testo di legge in cui la fornitura di servizi veniva espressamente negata, in quella oggetto discussione non si fa più riferimento esplicito a questo aspetto, ovvero all’erogazione di servizi inerenti allo stesso settore, che quindi si ritengono ammessi (amministrazione, gestione della locazione, pulizia, home staging, accoglienza ospiti)

L’emendamento, inoltre, vieta l’incrocio tra mediazione immobiliare e attività imprenditoriale e sancisce l’incompatibilità delle professioni diverse da quella di agente immobiliare afferenti allo stesso settore merceologico

Letta in altro modo, questa norma esclude dall’esercizio della mediazione immobiliare i dipendenti di istituti bancari, finanziari, assicurativi, di enti pubblici o privati, ingegneri, architetti, avvocati, commercialisti specializzati bel ramo immobiliare e ogni professione intellettuali in situazioni di conflitto di interesse.

Cosa accadrà

Come già detto, l’iter legislativo è ancora lungo, ma senza dubbio l’approvazione dell’emendamento rappresenta un fatto importante e con carattere di svolta, che apre le porte ad un nuovo ruolo per gli agenti immobiliari anche nel mondo delle case vacanze e degli affitti brevi in generale.

Detto questo, in qualità di proprietario non dovresti cedere agli allarmismi. Abbiamo ricevuto recentemente messaggi di proprietari spaventati e confusi, ma vogliamo tranquillizzarti: per poter diventare proprietario di una casa vacanze non è necessario essere o diventare un agente immobiliare.

Chi invece svolge attualmente una funzione di property manager o agente immobiliare dovrà probabilmente seguire un po’ più da vicino la vicenda e, in caso di approvazione definitiva, adeguarsi ad eventuali nuove normative.

Nel blog di Lodgify troverete sempre tutti gli aggiornamenti su questo e altri temi caldi nel nostro Paese, soprattutto in materia legale e fiscale.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.