Lettura:
Alloggi alternativi: l’ascesa delle case vacanze non tradizionali

Alloggi alternativi: l’ascesa delle case vacanze non tradizionali

Con il termine casa vacanze, ormai, non ci si riferisce più solo ad abitazioni convenzionali: ampiamente riconosciuto come uno dei maggiori trend a cui guardare per il futuro, quello degli alloggi ad uso turistico di tipo alternativo è senza dubbio un fenomeno in crescita.


Nel solo 2007, HomeAway, ha registrato un incremento annuale del 55% nelle prenotazioni di fienili, un 40% per quanto riguarda le case galleggianti, ed un 30% in più di soggiorni in case sugli alberi. Anche Airbnb ha visto crescere le prenotazioni di strutture ubicate nelle riserve naturali di ben un 70%, mentre i rokyan (alloggi tipici della cultura giapponese) hanno registrato un incremento del 600% di riserve. Lo stesso vale per le yurte (abitazioni tipiche della Mongolia) che hanno visto un aumento delle prenotazioni del 155%, e per i camper o caravan, cresciuti del 133%.

Per saperne di più su questo segmento in crescita e capire cosa rappresenti la sua ascesa per i proprietari di case vacanze che possiedono proprietà particolari, continua a leggere.

Come si definisce un alloggio alternativo?

In sostanza, quando si parla di alloggio alternativo ci si riferisce a tutte le offerte non alberghiere dirette ai vacanzieri. Oltre alle case vacanze più tradizionali, questo termine include tutto quanto va dallo scambio di case al campeggio, passando per housesitting e couchsurfing

Sotto il cappello dell’espressione “case vacanze”, oggigiorno, gli ospiti hanno l’imbarazzo della scelta fra moltissime opzioni non tradizionali. E per quanto riguarda i proprietari, il costante emergere di siti di annunci sempre più specifici li sta aiutando ad ottenere man mano più visibilità e, dunque, più prenotazioni!

Quali sono le tipologie di alloggi alternativi più diffuse?

Ultimamente sembra proprio che non importi come e quanto sia bizzarra o inusuale la tua proprietà, puoi trasformarla in un’attività di affitti turistici. Diamo un’occhiata ad alcune tipologie di proprietà destinate a far parlare di sé in futuro. Se sei già proprietario di una struttura così, preparati a fare il pieno di prenotazioni!

Fienili

Se un tempo si diceva “dall’allevatore alla tavola da pranzo” per riferirsi ai prodotti a chilometro zero, ora è proprio il caso di dire “dall’allevatore alla camera da letto”. Perché una delle tendenze più recenti è proprio quella di dormire nei fienili. Che siano autentiche stalle appartenenti a delle ex fattorie o edifici nuovi a cui sono state date le sembianze di un’antica stalla, le opportunità di attirare prenotazioni in fienili alti e spaziosi sono molte.

Come affittare il tuo fienile: rivolgiti a chi fa gite di gruppo, riunioni di famiglia, feste di matrimonio.

Case galleggianti

Naturalmente, il posto migliore per trovare case galleggianti è sull’acqua. Ma oltre alle più popolari destinazioni europee che, da anni, offrono questo tipo di alloggi ai turisti, ovvero Amsterdam, Parigi, Londra, anche molte destinazioni negli Stati Uniti si stanno organizzando in tal senso. Florida Keys, San Francisco e Seattle sono solo alcune delle location in cui le case galleggianti stanno diventando sempre più popolari.

Come affittare la tua casa galleggiante: rivolgiti a coppie o famiglie con bambini già grandi (ricorda, le case galleggianti possono essere pericolose per i bambini piccoli).

Alloggi nella natura

Sono moltissimi gli ospiti in cerca di pace, tranquillità e soprattutto contatto con la natura durante i loro viaggi. Secondo Lonely Planet, gli alloggi immersi nella natura “portano gli ospiti fuori dalla città, in strutture che consentiranno loro un risveglio di fronte ad alcuni degli scenari più belli del mondo”. Ecco spiegata l’imponente crescita di questo tipo di strutture negli ultimi anni!

Come affittare il tuo alloggio nella natura: rivolgiti ai guerrieri difensori dell’ecologia e ai millennials consapevoli.

Caravan e camper

Stando a quanto afferma Jeff Cavins, fondatore di Outdoorsy founder, oltre 35 milioni di persone cercano un Caravan in affitto.  Tuttavia sono in molti a non andare fino infondo, a causa della mancanza di veicoli da mettere a disposizione per il noleggio. Per i proprietari di caravan o camper che non sfruttano al massimo il loro veicolo, questa potrebbe essere un’interessante opportunità per guadagnare qualche extra!

Come affittare il tuo caravan o camper: rivolgiti ai viaggiatori on the road o ai turisti  “senior”.

Containers

Architectural Digest definisce durevole, abbondante e conveniente l’architettura dei containers per le spedizioni; in altre parole, potrebbe essere l’investimento ideale per chi è in cerca di una proprietà da acquistare, al fine di farne una casa vacanze. Questa sorta di case-capsule ottimizzano gli spazi per ottenere il massimo comfort.

Come affittare il tuo container: rivolgiti ai backpackers (viaggiatori zaino in spalla), a chi ama viaggiare leggero e alle famiglie con bambini piccoli.

Case sugli alberi

Probabilmente una delle più accoglienti e romantiche tipologie di alloggi alternativi, le case sugli alberi sono state oggetto di forte attenzione anche da parte dei media negli ultimi anni. Non a caso, una casa sull’albero situata ad Atlanta, è stata la proprietà più richiesta nel 2016 sul sito di Airbnb! Le case sugli alberi attraggono un numero sempre maggiore di ospiti, grazie alla promessa di un’immersione nella natura e alla possibilità di dormire sotto le stelle in ambienti molto lussuosi.

Come affittare la tua casa sull’albero: rivolgiti agli avventurieri amanti dell’aria aperta o ai business travelers che cercano un di staccare dalla routine, tramite il contatto con la natura, non appena terminato il lavoro.

Yurte

Queste dimore tradizionali (e le loro reinvenzioni in chiave moderna) si stanno rivelando particolarmente attrattive come tipologia di case vacanze. Che i proprietari offrano un’esperienza di “ritorno alle origini” o un soggiorno in stile campeggio, le statistiche di Airbnb mostrano che le prenotazioni di yurte abbiano subito un incremento significativo lo scorso anno, e che questo trend continuerà a crescere.

Come affittare la tua yurta: rivolgiti ai gruppi numerosi o a coloro che viaggiano per assistere a qualche festival.

Quando si tratta di trovare ospiti, i modi per promuovere la tua casa vacanze sono pressoché infiniti. Ma più di ogni altra cosa, ciò di cui avrai bisogno, è un sito web che dia la possibilità di effettuare riserve dirette e che ti aiuti a costruire un marchio solido.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.