Le migliori alternative a Booking.com per pubblicizzare il tuo alloggio (2024)

Booking.com è tra le più grandi agenzia di viaggi online (OTA) del mondo, con più di 28 milioni di annunci non sorprende che sia uno dei siti preferiti dai viaggiatori per prenotare strutture turistiche in Italia e nel mondo. Circa il 22% di questi (6,2 milioni per l’esattezza) sono appartamenti e case per affitti brevi, una cifra che mette Booking.com alla pari con l’altra ben nota OTA, Airbnb.

Alla luce di queste cifre, Booking.com è un portale di prenotazioni molto interessante per pubblicizzare i propri affitti brevi e turistici, indipendentemente dalla tipologia con cui si opera. Tuttavia, è anche vero che la concorrenza è feroce e le commissioni Booking.com possono essere piuttosto alte.

Per questo motivo, ha senso considerare quali alternative a Booking.com ci sono sul mercato: è un modo per non mettere tutte le uova in un solo paniere e non essere eccessivamente dipendenti da una sola piattaforma e dunque, da una sola fonte di reddito.

Fortunatamente, nel nostro paese (e fuori di esso, se stai cercando di attirare turisti stranieri) c’è una grande varietà di alternative a Booking.com, e in questo articolo ti mostriamo le migliori alternative a Booking.com. Iniziamo subito con la nostra lista. Ricorda, crea un Business Plan per la tua struttura e considera tutte queste piattaforme, solo così capirai quale sia più adatta a te e creare una strategia vincente! Prima di continuare a leggere scarica il nostro modello gratuito di Business Plan.


1. Airbnb – Uno dei migliori siti simili a Booking.com

L’opzione più ovvia per chi cerca un’alternativa a Booking.com è Airbnb. Questo portale nasce per pubblicizzare case, appartamenti e tutte le tipologie di strutture extralberghiere. Vuole essere un punto di connessione che riunisce gli host con potenziali ospiti che cercano un posto diverso dal tradizionale hotel. Ce n’è per tutte le categorie di alloggio, anche case su alberi e barche!

Foto: homepage di Airbnb – Giugno 2024

Con più di 2 milioni di visite mensili solo dal nostro paese, è chiaro che avere la tua casa vacanze o il tuo appartamento su Airbnb è essenziale per competere nel settore. Conosci le commissioni di Airbnb e quali sono i costi per gli host così da poter avere un’idea su come puoi aumentare la tua redditività inserendo gli annunci su questa piattaforma.

2. Vrbo – Strategia per attirare il mercato USA

Questa piattaforma, il cui nome è un acronimo di “Vacation Rentals by Owner”, era conosciuta fino a pochi anni fa come HomeAway. Tuttavia, in seguito all’acquisto di quest’ultimo da parte di Expedia Group, HomeAway si è integrato con Vrbo.

Foto: homepage Vrbo – Giugno 2024

Vrbo è un portale particolarmente popolare negli Stati Uniti, ma ha anche una presenza fuori da questo paese. Nello specifico, Vrbo è disponibile in 190 paesi in tutto il mondo e più di due milioni di proprietà in affitto per le vacanze sono pubblicizzate lì. Potresti considerare di inserire i tuoi annunci su Vrbo se vuoi attrarre un target più ampio come quello americano.

In effetti, la crescita di Vrbo al di fuori degli Stati Uniti è stata abbastanza significativa negli ultimi anni, compreso in Italia e questo principalmente a causa dell’acquisto e della successiva integrazione di altri portali in Vrbo da parte della sua società madre Expedia.

3. TripAdvisor – La parola di viaggiatori

TripAdvisor è un’altra classica agenzia di viaggi online, celebre per i suoi contenuti generati dagli utenti. Su questa piattaforma puoi trovare quasi tutto, oltre all’alloggio: attività per il tempo libero, noleggio auto, ristoranti, voli, attrazioni turistiche e tanto altro.

Foto: homepage TripAdvisor – Giugno 2024

La più importante, tuttavia, è la sezione dedicata esclusivamente agli affitti per le vacanze. Qui, i potenziali ospiti possono cercare il loro alloggio ideale utilizzando diversi filtri, così come accedere alle recensioni verificate da altri viaggiatori su TripAdvisor.

Una cosa molto importante da tenere a mente è che TripAdvisor è la società madre e proprietaria di alcune piattaforme più piccole, come Flipkey, HouseTrip o Niumba, che sono anche buone alternative a Booking.

4. HomeToGo – Una valida alternativa a Booking

Un’alternativa a Booking che forse è meno conosciuta di quanto dovrebbe essere è HomeToGo. Questa piattaforma ha una grande varietà di opzioni di alloggio: da appartamenti a case galleggianti, castelli, case rurali, case sulla spiaggia e molto altro.

Foto: homepage HomeToGo – Giugno 2024

Un grande vantaggio di HomeToGo è che fa parte di un conglomerato con altri tre marchi leader: CASAMUNDO, Tripping e Wimdu. Per questo motivo, quando pubblicizzi il tuo immobile su HomeToGo apparirà anche in tutti i marchi del gruppo: pagherai una commissione, ma avrai il triplo della visibilità!

Considera questo sito per case vacanze se stai pianificando di pubblicare la tua proprietà su questo sito di case vacanze per affitto breve.

5. 9flats – Destinazione web numero uno in Europa

Un’eccellente alternativa a Booking per attirare i turisti europei, e in particolare tedeschi, è 9flats. Questa piattaforma è stata fondata nelle terre teutoniche nel 2011 e ha molta trazione nel suo paese d’origine.

9flats Italia

Foto: homepage 9flats – Giugno 2024

Ti permette di pubblicizzare tutti i tipi di alloggi turistici: a lungo termine, a breve termine, appartamenti e chalet.

Anche se il sito web di 9flats non è così attraente come quello di Booking, l’accesso che offre al mercato tedesco può essere un vero affare per i proprietari di alloggi in destinazioni come le Isole Canarie o la Costa del Sol, che vedono come migliaia di cittadini di questo paese vi si recano ogni estate per trascorrere le loro vacanze.

6. Onefinestay – Primo sito per l’affitto vacanze di lusso

Se il tuo obiettivo è quello di attirare il turista di lusso, Onefinestay è l’alternativa a Booking che stavi cercando. Questa piattaforma con sede a Londra, fondata nel 2010, si concentra esclusivamente su proprietà ed esperienze di fascia alta.

Foto: homepage onefinestay – Giugno 2024

Per questo motivo, elencare un alloggio su Onefinestay è molto diverso dall’elencare su Booking o altre piattaforme generaliste. Il team di servizio dell’host si prende cura di tutto il necessario per assicurare un’esperienza a 5 stelle per l’host e gli ospiti.

Un servizio fotografico professionale, la gestione completa di tutte le prenotazioni, la pulizia e la manutenzione del soggiorno, il check-in, il check-out e l’attenzione agli ospiti durante il loro soggiorno?

Tutto questo è incluso nel prezzo di Onefinestay e tuttavia la commissione per ogni prenotazione è ancora del 15%.

7. Misterb&b – Sito molto originale, anche se non molto celebre

Misterb&b è sicuramente una delle alternative a Booking più originali e amata in tutto il mondo.

Foto: homepage Misterbnb – Giugno 2024

Questa piattaforma si concentra sulla comunità LGBTQAI+ e ha più di 250.000 proprietà pubblicizzate. I requisiti per fare pubblicità su Misterb&b non sono esigenti; richiede semplicemente un impegno da parte dell’host a garantire un soggiorno senza discriminazioni per i suoi ospiti.

Potresti pensare che questa sia un’alternativa molto di nicchia, ma ripensaci. In alcune città Italiane, come Milano, ci sono enormi celebrazioni del Gay Pride. Durante queste date, avere un profilo Misterb&b può essere molto redditizio.

8. Rentalia – Un sito simile a Booking di tutto rispetto

Rentalia è un’alternativa creata in Spagna a Booking e di proprietà del portale immobiliare Idealista. Rentalia ha attualmente più di 40.000 proprietà pubblicizzate in Spagna, Portogallo, Italia, Francia e Andorra.

Foto: homepage rentalia – Giugno 2024

Anche se la sua visibilità internazionale è molto più limitata di quella di Booking, Rentalia ha il vantaggio di essere molto ben posizionata e ha un servizio clienti in Italiano.

Tutto sommato è un bel sito simile a Booking, anche se la selezione degli annunci potrebbe deludere qualcuno, dato il numero di proprietà piuttosto limitato.. Soprattutto per le persone un pò esigenti.

Conclusioni sui siti tipo Booking.com e migliori alternative a Booking.com

Questa è la nostra selezione delle migliori alternative a Booking. Come puoi vedere, c’è qualcosa per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Anche se la pubblicità su Booking è ancora essenziale per molti, non fa mai male conoscere altre opzioni che possono aiutarti a dare più visibilità al tuo alloggio.

Speriamo che questa lista ti sia piaciuta, abbiamo dimenticato qualche altra alternativa a Booking che pensi sia valida? Faccelo sapere nei commenti, indicandoci la tua alternativa a Booking preferita.

Ps. Sapevi che esiste un modo per sincronizzare tutti i calendari di queste piattaforme OTA in un unico calendario centrale? Parliamo di Channel Manager e puoi provarlo gratuitamente per 7 giorni con Lodgify. Accedi qui alla tua prova gratuita Lodgify.


What do you think about this article?

4.8/5 - (10 votes)
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ready to take more direct bookings?

No set up fees, no credit card details, no obligation. Try Lodgify free for 7 days.