Lettura:
Guida per principianti all’arredamento di una casa vacanza
come arrendare una casa vacanze

Guida per principianti all’arredamento di una casa vacanza

Molto prima di pensare a creare il sito di una casa vacanze, o a commissionare foto professionali della tua proprietà, dovrai affrontare uno scoglio piuttosto arduo: l’arredamento della tua casa vacanze.

Molte persone non sono certe di come poter trovare il mobilio migliore per la loro proprietà da affittare. Una proprietà vuota da riempire può essere il sogno di alcuni proprietari ma può riempire altri di terrore, al solo pensiero del compito mastodontico di trovare gli arredamenti adatti. 

Mentre il settore dell’affitto di breve durata cresce e diventa sempre più competitivo, è importante che ti assicuri di far emergere la tua proprietà sulle piattaforme online. Tutto sembra sempre ridursi a un solo fattore chiave: l’interior design o arredamento di interni.

Se ti senti sopraffatto e non hai idea di dove cominciare, non preoccuparti: siamo qui per aiutarti. La nostra guida ti accompagnerà attraversò gli step più importanti per arredare la tua proprietà in affitto, in modo da farla risaltare tra tutte le altre e attirare prenotazioni numerose!  

Come arredare una casa vacanze

1. Crea un elenco di controllo “arredamento casa vacanze”

Come scegliere l’arredamento per gli affitti brevi

Come primo passo, dovrai annotare tutto l’arredamento che è già in tuo possesso… sempre che tu non debba arredare ex novo la tua proprietà, naturalmente! Tuttavia, nella maggior parte dei casi avrai già qualche cosetta vecchia o di seconda mano.

Non appena ti sei fatto un quadro della situazione, crea un elenco di controllo per arredare la tua proprietà in affitto. Per prima cosa, annota quali sono gli arredi che dovrai assolutamente comprare, così da equipaggiare adeguatamente la tua sistemazione per i futuri ospiti.

Poi si arriva alla seconda parte dell’elenco di controllo. Qui puoi prendere nota degli arredi – mobili o arredamenti o elementi decorativi – che vorresti comprare come cose in più,  non appena avrai provveduto agli elementi di base. Puoi trattarla come lista dei desideri per l’arredamento, qualcosa da prendere in considerazione col passare del tempo e spuntare poco alla volta in base al budget a tua disposizione.

2. Conosci i tuoi ospiti target

Stabilire fin dal principio quale sia il tuo target market renderà un po’ più facili le decisioni in materia di arredamento. A seconda della dimensione e della struttura della tua proprietà, potrebbe essere una destinazione perfetta per le famiglie con bambini. In quel caso,  per gli affitti di breve durata potrebbe essere utile scegliere arredamenti che siano a misura di bambino.

Ma se la tua abitazione è più piccola e più intima, potresti magari volerla pubblicizzare come ritiro romantico per coppie in luna di miele o altro.

Non importa quale gruppo identifichi come tuo gruppo di clienti ideale: dovrai tenerlo presente durante tutto il processo di arredamento della tua proprietà, perché determinerà le tue scelte verso un arredamento piuttosto che un altro.

Dopo tutto, che senso ha comprare un tavolo da pranzo per 10 persone se la tua casa ha solo quattro posti letto e non consente nessun visitatore aggiuntivo?

3. Decidi il budget

Mentre ti trovavi nella fase iniziale di acquisto della proprietà, probabilmente avrai già fatto una stima di quanto avresti voluto spendere per ristrutturarla. Nella categoria “ristrutturazioni” sono compresi, ovviamente, mobili e arredamento e il relativo costo. È consigliabile essere generosi nella valutazione del budget, in modo da avere una riserva per quegli  extra con i quali darai un tocco speciale alla tua casa vacanza.

Se nei negozi di oggetti di seconda mano o da privati puoi trovare molti articoli a buon prezzo e in buone condizioni, non ci sono garanzie che tu possa trovare esattamente quello che stai cercando. Quindi pianifica il budget secondo i prezzi di vendita normali… e spera di avere delle liete sorprese trovando qualche affare da altre parti.

Pensa anche alla possibilità di comprare alcuni oggetti in più di un esemplare. È improbabile che tu abbia bisogno di una scorta di materassi, a casa, ma di asciugamani, lenzuola, posateria e stoviglie dovresti sempre averne un tot in più.

4. Trova ispirazione online

Mentre programmi il budget, puoi cominciare a cercare delle idee per l’aspetto generale e lo stile che vuoi dare alla tua casa vacanze.

Internet è pieno di idee di interior design che ti faranno andare in estasi, soprattutto su piattaforme social come Instagram e Pinterest. Segui tutti gli home store, le riviste di interni e gli studi di design a cui riesci a pensare, sui social media. Poi comincia a salvare o fissare o mettere tra i favoriti tutte le immagini che possono esserti di ispirazione per l’arredamento della casa.

Su questi stessi canali puoi anche controllare come sono le proprietà dei tuoi concorrenti: così potrai riproporti di rendere la tua ancora più bella!

5. Definisci il tuo stile

La personalità della tua casa vacanze va a braccetto con il gusto,  la posizione della proprietà e il budget a disposizione. Per quanto optare per un tema centrale  sia una buona idea, ricordati che vuoi che la tua proprietà attragga un’ampia gamma di ospiti.

Questo significa che dovrai favorire schemi di colori neutri più che colori accesi da mal di testa, e tenere al minimo ornamenti e ciondoli.

Moltissimi proprietari di case vacanza decidono di riprendere,  nella decorazione della proprietà, alcuni elementi dell’ambiente esterno. Ad esempio, sfumature azzurre e decori di ispirazione marina per le case di fronte alla spiaggia, e tocchi rustici in legno con coperte lavorate all’uncinetto o ai ferri per un cottage o una casetta in montagna.

Fa’ una passeggiata nella tua zona alla ricerca di ispirazione su un tema che potrai interpretare per l’arredamento della tua casa vacanze. Lascia libera la tua creatività sulla decorazione degli interni.

6. Investi in mobili di buona qualità e durevoli

In generale, i mobili di una casa vacanze si rovineranno più rapidamente che in una casa normale, a causa del flusso continuo di visitatori in arrivo. Alcuni articoli, come i materassi, possono essere protetti più di altri in modo facile ed economico.

Per gli articoli più grandi e più a rischio di danni accidentali, come tavoli da pranzo, divani ecc., investire in mobilio pratico e durevole, più difficile da macchiare, graffiare o rompere, sarà una mossa saggia che nel lungo termine ti farà risparmiare parecchio.

Suggerimento: è pratica comune far lasciare agli ospiti un deposito cauzionale. Questo li farà sentire più responsabili della proprietà in cui risiedono.

7. Sii generoso con lo spazio dove tenere le cose

Potrebbe non colpirti come la parte più creativa dell’arredare la tua casa, ma lo spazio dove tenere le cose è un fattore importante da prendere in considerazione per qualsiasi casa vacanze (o, in generale, per qualsiasi casa!)

In particolare, se è probabile che gli ospiti in arrivo si fermino per una settimana o più, accertati di fornire armadi, cassettiere o aste appendiabiti in quantità, per metterli in grado di disfare le valigie e sentirsi totalmente a casa. Anche i padroni di casa più minimalisti non hanno scuse: ci sono molte opzioni di buon gusto che possono anche fungere da elementi di design.

Ad esempio, nella serie Netflix Stay Here, il padrone di casa e la designer Genevieve Gorder fabbricano un “camerino” nella camera padronale con alcune porte vintage, una barra appendiabiti e un antico cassettone – vedi sopra.

8. Usa la luce per creare lo spazio

Che siano interne o esterne, della camera da letto o del soggiorno, brillanti o calde, le luci che sceglierai per la tua casa vacanze avranno un grande effetto sul modo in cui gli ospiti percepiranno lo spazio e ne godranno.

Non solo puoi usare la luce come arma segreta per creare un’illusione di spaziosità, ma puoi anche giocare con impianti diversi come lampadine appese, lampade da tavolo e faretti per illuminare ciascuna area della tua casa.

Vale inoltre la pena di investire in soluzione illuminative a basso consumo come la lampadine a LED, perché dureranno di più e saranno più ecologiche. Ti aiuteranno anche a evitare contrattempi, come la classica lampadina principale del bagno bruciata nel bel mezzo di un sabato sera!

9. Copri le imperfezioni

Se ti chiedi “Gli ospiti lo noteranno?”, stai pur sicuro che lo noteranno. Così dice Peter Lorimer, l’altro anfitrione di Stay Here, nel corso di un’intervista. Ecco perché è essenziale che la pittura della casa sia impeccabile, che non ci siano sofà o tappezzerie logori e che tutto sia in buono stato di funzionamento.

Se nel muro, ad esempio, c’è un buchetto o un’incrinatura difficile da riparare, puoi facilmente nasconderla appendendovi sopra un quadro. A volte, tuttavia, quello che pensi possa essere visto come un difetto potrebbe essere in realtà un autentico ricordo della storia della tua proprietà: un cosa che i tuoi ospiti adoreranno.

Ad esempio, una proprietà a Barcellona può vantare autentiche piastrelle antiche. Durante i lavori di ristrutturazione, queste potrebbero essere state leggermente danneggiate, o magari no se il pavimento è adatto all’uopo. Tenere una piccola parte delle piastrelle originali, abbinandole a quelle nuove, può infondere nuova vita a un pavimento vecchio e al tempo stesso preservare gli elementi storici!.

10. Non esagerare

Come scegliere l’arredamento per gli affitti brevi

Se stipare tutte le superfici disponibili di oggetti e souvenir può essere il tuo modo di decorare la tua casa, un ospite in vacanza potrebbe avvertire una sensazione di disordine e di confusione. Le recenti tendenze minimaliste esistono per una ragione: gli spazi vengono avvertiti come più puliti, e questo può anche avere un effetto calmante sulle persone.

Fa’ in modo che i tuoi ospiti si godano la casa vacanze mantenendo più sgombri possibili i piani di lavoro e distanziando gli oggetti decorativi come specchi, quadri e piante.

11. Abbina oggetti di arredamento vecchi e nuovi

Sappiamo tutti che negozi come Ikea e Pottery Barn sono grandiosi per trovarvi gli oggetti per tutti i giorni. Ma per dare alla tua casa in affitto quel tocco unico, qualcosa che i tuoi concorrenti non hanno, dovrai scavare un po’ più a fondo.

Rovistare nei mercatini dell’antiquariato o nei negozi dell’usato ti farà trovare pezzi unici – sia mobili che oggetti decorativi – che potrai mescolare e abbinare con oggetti comprati nei negozi per creare il tuo stile.

Arredare una casa vacanze è uno dei compiti più creativi dell’essere un proprietario. Può essere davvero gratificante vedere come il duro lavoro si amalgama a creare una casa attraente agli occhi degli ospiti.

Usa la nostra guida come un punto di partenza, investi oculatamente in mobili intelligenti che durino e non dimenticare di aggiungere una spruzzata di personalità. Ricorda sempre di pensare a come la tua proprietà apparirà nelle foto: dopo tutto, è ciò su cui gli ospiti baseranno la loro decisione finale!

5/5 - (1 vote)

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.