Lettura:
Assicurazione per la casa vacanze: 6 consigli per tutelare proprietari, immobili e ospiti
Polizza assicurativa casa vacanze

Assicurazione per la casa vacanze: 6 consigli per tutelare proprietari, immobili e ospiti

L’industria delle case vacanze e della loro gestione non può più essere considerata un’economia di nicchia, ma un settore ormai affermato ed in continua crescita ed evoluzione.

È un momento storico particolarmente interessante per far parte di questo mondo così dinamico, stimolante e in continua crescita.

Già da diversi anni molte persone hanno iniziato ad affittare le propria casa vacanze, offrendo un’alternativa “low-cost” ad alberghi ed hotel. Sfruttando un proprio immobile inutilizzato o poco utilizzato, è possibile ottenere un guadagno extra, che si affitti una stanza degli ospiti oppure un’intera casa.

Tuttavia, questo modo non è sempre rose e fiori.

Prima di continuare con il resto dell’articolo, perché non scarichi gratuitamente il nostro template con le regole da seguire durante il soggiorno nella tua casa vacanze? Tranquillo, è già tutto pronto. Non dovrai fare nient’altro che inserire la tua email qui sotto!

Nonostante i potenziali guadagni siano molto interessanti, bisogna considerarare diversi aspetti che potrebbero creare complicazioni all’intera attività. Incidenti, rischi e pericoli si nascondo dietro ogni attività di gestione di una casa vacanze e farsi trovare sempre pronti è fondamentale!

Gli episodi spiacevoli infatti, nonostante si speri sempre il contrario, posso sempre capitare e soprattutto non sono sempre controllabili e prevedibili.

È proprio per questa ragione che un’assicurazione sulla casa vacanze potrebbe veramente salvarvi da situazioni complicate e spiacevoli.

Tuttavia, sperando di non dover mai arrivare a far uso di questo strumento, bisogna sempre fare tutto il possibile per prevenire il peggio.

ASSICURAZIONI “SU RICHIESTA” PER L’AFFITTO DELLA CASA VACANZE

L’assicurazione, o meglio l’idea alla base dell’assicurazione, è molto semplice.

Piuttosto che incrociare le dita sperando che il peggio non accada (o capiti solo a qualcun altro), si versa regolarmente una somma pattuita alla compagnia di assicurazione, la quale garantisce di compensarci nel caso accadesso qualcosa e i nostri beni più preziosi andassero persi o distrutti.

Tutto troppo semplice vero? E infatti di semplice in questo strumento c’è ben poco.

I tradizionali modelli di assicurazione sono abbastanza articolati e quando si entra in tema di affitti e gestione di immobili, le cose si complicano ulteriormente.

Sappiamo, per esempio, che nel preciso istante in cui il padrone di casa accoglie un ospite e consegna loro le chiavi, la possibilità di ottenere un qualsiasi risarcimento in caso del verificarsi di un episodio spiacevole viene meno.

Pochi assicuratori copriranno il furto da parte di un ospite, un ingresso non forzato o un danno doloso o accidentale.

E se accidentalmente accade che qualcuno cada dalle scale o scivoli dal balcone (cosa che è realmente successa ad un host di Airbnb!), è molto probabile che l’assicurazione non ti copra.

Assicurazione casa vacanze

Dovrai pertanto sederti ad un tavolo con una o più compagnie assicurative e trattare con loro una poliza personalizzata, che ti faccia sentire al sicuro e ti copra al meglio da questo tipo di evenienze.

Una grande novità nel mondo delle assicurazioni è portato dalla nascita di numerose start-up innovative che stanno rivoluzionando il tradizionale mercato assicurativo, creando nuove soluzioni tecnologiche e modificando sia l’esperienza del cliente che il rapporto con l’assicurazione.

Una di queste aziende innovatrici è Guardhog, la quale propone soluzioni assicurative efficienti e accessibili, aiutando centinaia di proprietari di case e i loro ospiti nella gestione della loro casa vacanze. Offrendo un’assicurazione “su richiesta” 24 ore su 24, 7 giorni su 7, consente ai proprietari di case vacanze di contrattare e pagare la poliza assicurativa solamente quando il loro immobile è effettivamente affittato.

Questo approccio consente loro di coprirsi quando necessario e risparmiare, pagando solamente quando necessario.

COSA FARE E COSA NON FARE CON L’ASSICURAZIONE DI UNA CASA VACANZE

Per assicurarti che tu o i proprietari delle proprietà che gestisci siate sempre “coperti”, ecco i 6 consigli fondamentali da seguire al momento di scegliere la migliore assicurazione per la tua casa vacanze.

1. NON PENSARE CHE LA POLIZZA ASSICURATIVA DOMESTICA ESISTENTE RISOLVA OGN COSA

Molti proprietari di immobili commettono l’errore di pensare che le polizze assicurative sulla propria casa coprano anche le loro proprietà in affitto.

Purtroppo non è così. La gran parte delle compagnie assicuratrici infatti, considerano il fatto di fare soldi sfruttando il tuo immobile un’attività commerciale e di conseguenza, è probabile che possano compromettere o invalidare completamente tale polizza.

Quando firmi un contratto assicurativo assicurati che siano incluse tutte le coperture di cui hai bisogno, informando anticipatamente della funzione che avrà la tua casa vacanze.

2. LA POLIZZA SULLA PERSONA NON COPRE LA TUA CASA!

Le polizze assicurative stipulate sul proprietario in quanto persona non hanno alcuna validita nel momento in cui entriamo nel terreno della casa intesa come struttura.

Il fatto che tu, in quanto proprietario abbia un’assicurazione personale non significa che i tuoi ospiti saranno coperti in caso di incidenti avvenuti all’interno della tua casa.

Il proprietario dovrà avere la sua propria polizza personale, ma al tempo stesso sarà necessario stipulare un’assicurazione ad hoc per la casa vacanze e i tuoi ospiti.

Assicurazione casa vacanze

3. LA GARANZIA DI AIRBNB NON SOSTITUISCE UN’ASSICURAZIONE SULLA CASA

Piattaforme come Airbnb o Booking.com forniscono una copertura tramite la loro garanzia, ma chiariscono al tempo stesso che questo non è un sostitutivo in alcun modo di un’assicurazione.

Il programma per la protezione dell’host di Airbnb ad esempio, garantisce una copertura assicurativa di responsabilità civile fino a 800.000€, ma solamente per eventi specifici o per episodi accaduti in particolari condizioni.

Troverai tutte le informazioni a riguardo sulla pagina dedicata al Programma di Assicurazione per la protezione dell’host di Airbnb.

4. PARLA COL TUO ASSICURATORE PERSONALE

Sappiamo che svegliarsi al mattino in attesa di parlare col proprio assicuratore non è la cosa più eccitante del mondo, ma farlo potrebbe toglierti da situazioni complesse.

Non aver timore, alza la cornetta e chiama il tuo assicuratore di fiducia! La cosa peggiore che ti potrai sentir dire è che non ti verrà data la possibilità di stipulare l’assicurazione.

5. FAI FIRMARE SEMPRE TUTTI I DOCUMENTI

Se sei un gestore di proprietà che lavora con molti host, assicurati che ti diano sempre una conferma scritta confermando di avere la giusta assicurazione sulla casa vacanze.

Sono sufficienti un paio di righe, ma averle firmate potrebbe farti risparmiare un’enorme quantità di problemi a lungo termine.

Adottato tutte le misure ragionevoli per assicurarti che i tuoi host siano adeguatamente informati non incorrerai in alcun problema.

Meglio prevenire che curare!

6. INTEGRA LA COPERTURA ASSICURATIVA CON DEI SERVIZI ALTERNATIVI

Stipulare la giusta polizza assicurativa è veramente importante, ma non sempre riuscrete a coprirvi al 100%.

La soluzione è solo una.

Integra la tua assicurazione con altre polizze come quella di Guardhost. Cerca di coprire ogni potenziale rischio informandoti al meglio e se possibile parlando direttamente con i diretti interessati.

Non avere una copertura assicurativa è veramente pericoloso.

Potrebbe non succedere mai nulla. Ma al tempo stesso, nel malaugurato caso qualcosa di spiacevole accada, è fondamentale essere assicurati!

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.

Altre storie
5 consigli utili per gli Host di Airbnb