Lettura:
Cosa fare in caso di controlli B&B nel 2022
Inspección de turismo

Cosa fare in caso di controlli B&B nel 2022

Gli affitti turistici sono uno dei modi migliori per rendere redditizia una proprietà nel nostro paese. Gli studi confermano che, anche con la crisi dell’ultimo anno, le case vacanza continuano a generare più reddito per i loro proprietari rispetto agli affitti a lungo termine.

Le autorità Italiane non sono ignare della crescente popolarità di questo tipo di alloggio e negli ultimi anni hanno iniziato a regolamentare il settore in modo più fermo, nonostante la forte opposizione di alcune associazioni di affitti turistici.

Per questo motivo, alcune persone possono essere tentate dal mantenere la propria proprietà invisibile alle tasse, specialmente se la affittano solo poche volte all’anno. Tuttavia, ci sono dei rischi nel farlo, in quanto, nel 2022, le autorità stanno facendo dei controlli ai B&B in tutta Italia.

Dopotutto, ricorda che se la tua struttura è pubblicata su qualche sito, non sarà difficile per le autorità trovarla.


Non vedi il modulo per scaricare il nostro contratto per casa vacanza? Clicca qui.

In questo articolo andremo a vedere cosa aspettarti da un’ispezione turistica, quanto è comune che un alloggio venga ispezionato e quali sanzioni possono essere date in Italia. Iniziamo subito con questo nuovo articolo.

Ragioni di una ispezione B&B

Le ispezioni turistiche sono il modo in cui le amministrazioni locali e regionali controllano che gli alloggi turistici rispettino i loro obblighi e i regolamenti che regolano gli affitti turistici in Italia. Dopotutto, come previsto dallo stato Italiano, ogni tipo di struttura ha un qualche obbligo da rispettare.

controlli case vacanza

Ovviamente, questi controlli servono anche a far uscire dalla clandestinità gli appartamenti vacanze illegali e che non hanno mai pagato un solo euro di tasse.

Nel 2019 un articolo del Sole 24 Ore, aveva evidenziato che, una casa vacanze su tre, non paga le tasse sui proventi dell’affitto a breve termine. Un numero impressionante che ha contribuito al crescere dei controlli da parte delle autorità.

Questo non è comunque l’unico settore coinvolto da questo problema e le autorità stanno programmando nel prossimo biennio, un numero di controlli sempre crescente, in modo da contrastare il fenomeno.

Preoccuparsi o no dei controlli

Prima che tu corra ai ripari, cerca di capire se dovresti preoccuparti o no del controllo case vacanze polizia municipale. Ricorda che questi controlli vengono fatte per tutelare sia i proprietari delle strutture, sia i turisti che le visitano.

Se la tua proprietà è in regola e segue le linee guida delle strutture ricettive per la tua ragione, non dovrai preoccuparti. Se non sai di cosa parlo, ti consiglio di recarti nel tuo comune di residenza per chiedere le linee guida a seconda della tua struttura.

In secondo luogo, assicurati di tenere traccia del pagamento delle tasse e delle ricevute pagare dai siti come Airbnb o Booking sui quali pubblichi la tua casa vacanze. Adesso passiamo a qualche domanda comune.

Scopo di questi controlli casa vacanze

Non prendere queste leggi sul personale, in quanto, se fatte, è per una buona ragione. Inoltre, l’Italia non è l’unico stato in cui esiste un insieme di leggi di questo tipo.

Questo insieme di leggi serve a tutelare tutte le parti coinvolte nel contratto di affitto a breve termine, ovvero te e i tuoi ospiti. Cartelli per mantenere le persone in sicurezza, isolamenti termici, classificazione energetica e diversi estintori: tutto questo dovrà essere al suo posto secondo le disposizioni dell’ente del turismo.

Domande e risposte sui controlli B&B

I controlli sulle case vacanze fanno paura, in quanto, le multe, possono arrivare fino a 6.000 euro per i casi meno gravi, arrivando a 16.000 euro per i casi compulsivi, senza rientrare in infrazioni che possono danneggiare l’incolumità delle persone.

In quel caso, le multe possono arrivare anche a 100.000 euro. Ecco qualche domanda che ti consiglio di consultare prima di lasciare questa pagina:

Persone soggette a un’ispezione

Tutti gli stabilimenti turistici in Italia, sia alberghieri che non, possono ricevere l’ispettore turistico alle loro porte. Tuttavia, se ci sono sospetti giustificati che un’abitazione privata sia utilizzata per scopi turistici senza una licenza, l’amministrazione ha il potere di effettuare un’ispezione preventiva e imporre sanzioni se i sospetti sono confermati.

controlli b&b

In generale, le ispezioni turistiche sono più comuni nelle zone di maggiore affluenza turistica del nostro paese, quindi se hai la tua casa vacanza a Roma, Venezia o Firenze, è molto probabile che ad un certo punto dovrai affrontare un’ispezione da parte delle autorità turistiche.

Ricorda inoltre che se hai un sito web casa vacanze o usi uno dei tanti siti per pubblicare case vacanze, la tua struttura potrà essere trovata dalle autorità. Inoltre, proprio da questi siti sapranno se hai ricevuto visite e pertanto qualche introito.

Date in cui ha luogo un’ispezione turistica

In generale, le ispezioni degli appartamenti turistici in Italia vengono effettuate nell’ambito dei cosiddetti Piani di Ispezione Programmata, che vengono eseguiti dalle amministrazioni pubbliche ogni anno con lo scopo di verificare che gli stabilimenti turistici rispettino i loro obblighi legali.

Tuttavia, le ispezioni turistiche possono avvenire anche al di fuori di questi periodi. Una delle ragioni più comuni sono le lamentele dei vicini che, stufi del fastidio causato da ospiti dirompenti, decidono di contattare le autorità.

Se questo accade, non esitare, riceverai un’ispezione turistica. L’amministrazione agisce rapidamente in questi casi e in alcune città, come Roma, basterà recarsi dai carabinieri per fare un reclamo e inviare un controllo.

Comportamento durante i controlli ispettivi casa vacanze

Il modo con cui si comportano questi ispettori turistici varia a seconda della zona in cui si trova la tua casa vacanza e del tipo di ispezione in questione.

controllo autorizzazione casa vacanze

Se si tratta di un’ispezione di routine, in cui l’autorità turistica ti contatterà per richiedere la documentazione pertinente, che potrebbe essere seguita da una visita in loco alla tua proprietà per assicurarsi che sia conforme ai regolamenti. La legge stabilisce che sei obbligato a fornire la documentazione pertinente e a permettere all’ispettore di accedere alla tua proprietà.

Non potrai fare niente per vietare l’accesso all’ispettore, in quanto, la tua proprietà, è una vera e propria attività commerciale e dovrai lasciare la porta aperta a questi controlli.

Ricorda di arrivare preparato a questo momento, in quanto dovrai essere reattivo a tutte le domande e assicurarti che non manchi niente.

Mancati documenti controllo autorizzazione casa vacanze

Farsi trovare con dei documenti mancanti non è un problema, nonostante non sia decisamente consigliato. Idealmente, ti consiglio di controllare la presenza di questi documenti con cadenza mensile, in modo da non avere problemi.

Nel caso in cui mancassero dei documenti, l’ispettore ti darà un periodo di tempo per presentarlo o ti convocherà a comparire davanti all’amministrazione, ma in nessun caso si considera che tu abbia commesso un’infrazione.

Questa è una buona notizia, in quanto dovresti avere il tempo necessario a richiedere i documenti nel caso in cui fosse necessario. Ricorda però che le tempistiche di risposta degli uffici di gestione turistica sono, in genere, piuttosto lunghi. Giocare in anticipo ti aiuterà.

A che corpo appartiene l’ispettore B&B

Questa è una domanda che ci viene spesso fatta. In Italia la Guardia di Finanza si occupa dei controlli B&B, in quanto, le carte da controllare, sono di loro competenza. In alcuni casi e, soprattutto nei comuni di piccole dimensioni, questi controlli possono essere fatti dai Vigili, Polizia e Carabinieri.

Nella norma però, la Guardia di Finanza si occupa di queste questioni.

Non essere presenti durante i controlli B&B

Se non sei in casa al momento della visita dell’ispettore turistico, non c’è alcun problema. In genere, questi ispettori si programmano la visita a diverse strutture nella stessa zona. Quello che succederà è che, questo ispettore, ti ricontatterà con una nuova data per l’ispezione.

Generalmente e in caso di volumi di lavoro normali, la data non dovrebbe essere oltre a 15 giorni nel futuro per questo controllo B&B.

Non superare i controlli della casa vacanze

Le ispezioni turistiche possono avere quattro risultati diversi. La prima, e più probabile se segui i nostri consigli, è che l’ispettore certifichi che la tua proprietà è conforme ai regolamenti, nel qual caso lo avrai superato.

Tuttavia, gli altri risultati non sono così positivi.

controlli finanza case vacanza

Se il tuo alloggio non rispetta alcune regole case vacanze che non mettono a rischio gli ospiti, come ad esempio non avere un cartello che indichi la disponibilità di un modulo per i reclami o non mostrare il listino prezzi, ti verrà rilasciato un avviso di rimedio.

In alternativa, l’ispettore può emettere un rapporto di ostruzione, che si verifica se impedisci l’accesso alla proprietà. Questo è un reato punibile, che non ti consigliamo di fare in nessun caso.

Infine, l’ispettore turistico potrebbe ritenere che tu abbia commesso un’infrazione, nel qual caso rischi multe che variano a seconda della gravità dell’infrazione e dei regolamenti della tua regione, ma in posti come Barcellona possono arrivare fino a 100.000 euro nei casi più gravi.

Insomma, non proprio due spiccioli. Per questo motivo è sempre meglio informarsi e assicurarsi di essere in linea con la legge.

Conclusioni su questi controlli

Le ispezioni da parte dell’Amministrazione del Turismo sono un processo che molti proprietari e gestori di case vacanze dovranno affrontare prima o poi, quindi speriamo che tu abbia trovato questo articolo utile e informativo.

Se hai qualche dubbio, o al contrario, sei un veterano delle ispezioni e hai una bella storia da raccontare, non esitare e lasciaci il tuo commento.

Ricorda di mantenere la tua struttura in totale sicurezza e, se vuoi fare un balzo in avanti, considera di usare un channel manager per case vacanze, in modo da gestire la tua casa vacanze in modo semplice e concentrarti sulle cose importanti.


Non vedi il modulo per scaricare il nostro contratto per casa vacanza? Clicca qui.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.