Advertisement

L’identità di marchio è una parte fondamentale della vita delle sorelle Kardashian-Jenner; hanno creato marchi multimilionari con il semplice sfruttamento della propria immagine. Cosa possiamo imparare dalla gestione del marchio personale di Kim Kardashian, e perché l’attività di affitto di alloggi per vacanze le somiglia molto?

Nel bene o nel male, Kim Kardashian West non è un personaggio famoso come gli altri: da soubrette televisiva è diventata un’imprenditrice di successo universalmente riconosciuta. Le Kardashian e Jenner non sono dotate di talenti speciali, né sono famose per niente in particolare. È il paradosso delle Kardashian: sono famose per essere capaci di essere famose, e i proprietari di case vacanze hanno molto da imparare da loro!

1. Il marchio

Kim ha costruito un impero grazie al cognome Kardashian. Suo padre era un famoso avvocato di successo salito agli onori delle cronache quando difendeva OJ Simpson. Il cognome di Kim le ha permesso di tessere una rete di relazioni con i personaggi più ricchi di Hollywood e cominciare essa stessa a farsi un  nome.

kim-kardashian-brand-name

I PROPRIETARI DI CASE VACANZE

Non tutti i proprietari di case vacanze sono in possesso di un marchio che era già famoso prima di essere lanciato da loro. Ma proprio come ha fatto lei, devono scegliere un nome che imprima a fondo nelle menti e nei cuori dei loro clienti l’identità del loro marchio.

C’è un motivo se gli hotel Shangri-la non si chiamano “Eminente marca asiatica di hotel e villaggi turistici”. E per lo stesso motivo non si deve dare a un’agenzia di affitti un nome generico come “Case vacanze della costa adriatica”.

Ad esempio, la Tangerine Sunsets dispone di immobili in affitto a Nassau, Orlando e L’Avana, tre località che godono di tramonti (sunset) spettacolari. Basta leggere il nome per immaginare ambientazioni tropicali. Al nome hanno anche aggiunto “Ville vacanze”, per essere sicuri che la loro attività sia chiara a tutti.

tangerine-sunsets

COSA CI INSEGNA

Come nel caso di Kim, il marchio che scegli determina come gli altri ti vedranno e riconosceranno. Sii creativo, ma fai in modo che si adatti alla tua attività. Una volta deciso il nome del marchio, registra il nome di dominio del sito e iscriviti ai principali social network con quello username.

2. Identità di marchio e messaggi chiari

I membri della famiglia Kardashian hanno tutti personalità, stili e interessi diversi. Hanno usato le loro peculiarità per creare marchi e messaggi personali che sono in relazione praticamente con  ogni gruppo demografico statunitense. Ad esempio, Kourtney Kardashian si rivolge alle giovani madri e il messaggio veicolato dal suo marchio si concentra sulla cura dei bambini.

Su un altro versante, Kim e il suo esercito di addetti alle pubbliche relazioni sono riusciti nel corso degli anni a cambiare messaggio; lei è partita come esponente dell’alta società e adesso si propone come imprenditrice influente. Ha persino avuto una copertina su Forbes!

kim-kardashian-forbes

 

I PROPRIETARI DI CASE VACANZE

Le agenzie di successo, come ogni marchio affermato, modulano posizionamento e personalità del proprio marchio per mezzo di comunicazioni chiare.

Esattamente come Kim Kardashian West, i siti di affitti di case vacanze devono suscitare delle emozioni, fondere le proprie strategie di marketing con gli aspetti emotivi umani per relazionarsi con interessi e passioni dei propri ospiti. La Cottage on Anglesey, ad esempio, ci parla di lunghe passeggiate nella loro regione e di visite al faro; il tutto scritto come farebbe un amico che dà dei consigli:

Ty Bach
Ty Bach è un cottage di pregio che Visit Wales sta valutando per una recensione, noi speriamo di avere 5 stelle. All’occorrenza c’è molto spazio ai margini della strada per parcheggiare 4 auto.
Fuori dalla porta di casa ci sono percorsi brevi o lunghi, oppure puoi rilassarti sdraiato al sole nel giardino sul retro del cottage e goderti la pace e i panorami dalla penisola di Lyn. Altrimenti, cosa ne pensi di un giretto sulle scogliere al tramonto?
Il posto ha un grande potenziale fotografico, South Stack è spesso il soggetto delle copertine di molti calendari di Anglesey.Il cottage è situato in una Riserva della Reale Società di Protezione Ornitologica e in un’Area di Straordinaria Bellezza Naturale (AONB)
Lo spettacolare faro di South Stack è a soli due minuti di cammino e si vede distintamente dal bar della Società Ornitologica, che è solo 200 metri più in su sulla strada.  Se vuoi scendere al faro ci sono un bel po’ di gradini, ma ne vale certamente la pena.

NOTA: il faro non è aperto tutto l’anno, perciò farai meglio a verificare con la pro-loco o con il bar della Riserva Ornitologica se si possono compiere visite nel periodo della tua permanenza.
Guarda qui se vuoi farti un’idea del perché Trip Advisor ha conferito il certificato di eccellenza al faro di Anglesey.
Dai un’occhiata alle nostre recensioni e prenota uno dei nostri cottage di pregio, vedrai che non rimarrai deluso.

COSA CI INSEGNA

Quello del marchio è di per sé un concetto fantastico, ma si deve anche dare all’agenzia una personalità e fare della comunicazione istituzionale. Non basta enunciare il nome del marchio (ad es.: Ville Signorili Vicentine), ma si deve raccontare una storia nella quale il marchio gioca un ruolo.

Per definire il tuo messaggio istituzionale, puoi usare lo schema in tre parti:

  • Inizio: il problema. Pensa a quali possono essere i problemi della tua clientela e spiega come potrebbero essere risolti affidandosi alla tua agenzia di affitti di case per vacanze.
  • Centro: la soluzione. Spiega come fa la tua azienda a risolvere i problemi menzionati nel punto precedente.
  • Fine: il successo. Condividi con il maggior numero possibile di persone il successo che hai riscosso nel risolvere il problema. La tua agenzia è l’eroe della storia, ma devi far sapere a tutti il perché. Stai attento, però, non devi dare l’idea che la storia sia finita; la tua attività continua e i successi si possono ripetere.

3. Costruire una presenza sociale

I membri della famiglia Kardashian mettono in mostra le proprie vite per mezzo di una strategia di marketing guidata dal consumatore sui social network. Chiunque voglia sapere cosa mangiano, come vestono, dove vanno in vacanza o come vivono le proprie vite non deve far altro che consultare il loro account sui social media. Hanno trasformato la loro esistenza quotidiana in un contenuto multimediale che i loro fan adorano! Conoscono il pubblico a cui si rivolgono e sanno che cosa il pubblico si aspetta da loro, perciò per loro è facile dare ai seguaci esattamente ciò che vogliono.

Kim Kardashian è uno dei personaggi pubblici più seguiti sui social network ed è un’esperta nel creare scalpore e alimentarlo sulle reti sociali. Ad esempio, posta su Instagram delle anteprime di un nuovo progetto, le condivide su Twitter e aspetta qualche giorno per poi condividerle di nuovo sul suo blog. Queste immagini tornano alla ribalta una volta che il progetto viene reso pubblico, e il circo mediatico ricomincia daccapo. Sa come alimentare le aspettative e coinvolgere i suoi seguaci.

 

Certo, le piace posare nuda, ma condivide anche cose sui bambini, opinioni politiche e affari (più che altro i suoi).

I PROPRIETARI DI CASE VACANZE

Devono identificare il loro pubblico di riferimento e crearsi dei modelli ideali di cliente. Ad esempio, la Palm Breeze Reunion Retreat, ha sede a Orlando, a sole 6 miglia dagli studio Disney e Universal. Uno dei loro target principali sono le famiglie che desiderano visitare le maggiori attrazioni turistiche di Orlando.

Benvenuti a Palm Breeeze!

Situata nel famoso complesso turistico di Reunion, con 3 premiati campi da golf, centri benessere, chilometri di percorsi e parchi acquatici, il tutto a 6 miglia dai Disney Studios e molto vicina agli Universal Studios, a Sea World e a tutte le altre attrazioni disponibili in zona. A sole 30 miglia dall’aeroporto e a un’ora dalla spiaggia più vicina!

Il complesso turistico Reunion si estende su 930 ettari di splendidi terreni ondulati con vari hotel, residence e abitazioni, un’ampia scelta di attività e servizi e 4 eccellenti ristoranti.

Celebre in tutto il mondo per il golf, Reunion dispone di 3 campi che hanno ricevuto riconoscimenti a livello mondiale disegnati dai leggendari Jack Nicklaus, Tom Watson e Arnold Palmer, che attirano appassionati da ogni parte del globo. Inoltre, ed è una novità a Reunion, il complesso ospita la prima scuola di golf di Annika Sorenstams, la ANNIKA Academy, perfetta per chi vuole prendere qualche lezione o è in cerca di consigli per migliorare il proprio swing! Chi non è interessato al golf può approfittare di innumerevoli altre attività, tra cui chilometri di percorsi per le camminate o il trekking in cui si può fare la conoscenza con una delle molte varietà di fauna locale come alligatori, tartarughe, armadilli e svariate specie di uccelli tra cui aironi, falchi pescatori, aquile dalla testa calva e la maestosa gru della sabbia.

Pratichi il tennis? A Reunion ci sono svariati campi disseminati nel complesso e compresi nella quota di soggiorno.

Per gli ospiti più piccini ci sono molti parchi giochi sparsi per il complesso a loro disposizione per correre, saltare, arrampicarsi e scivolare!

Nel villaggio turistico ci sono quattro ristoranti tra cui una griglieria di prima classe, un ristorante panoramico con una splendida veduta che permette di ammirare i fuochi artificiali della Disney, un barbecue informale e un bar-ristorante a tema caraibico a bordo piscina.

Reunion ha tutto ciò che si può desiderare per rendere indimenticabile una vacanza in Florida!

L’agenzia di affitti è a disposizione di chiunque voglia visitare Orlando, ma la loro proposta di marketing si articola sui diversi gruppi a cui si rivolgono, e cioè alle coppie, alle famiglie con bambini, agli sportivi, a chi vuole semplicemente tenersi in forma, eccetera.

I proprietari di case vacanze, una volta che sanno chi sono i propri clienti devono analizzare dove trovarli. Sono attivi sui social network? Vengono da stati esteri? Vengono da regioni limitrofe? Si tratta di conoscerli e decidere dove comunicare con loro. Non è detto, perché molte agenzie usano i social network per scopi di marketing, che tutti lo debbano fare, dipende semplicemente dal pubblico a cui ci si rivolge.

Oltre a raggiungere efficacemente il proprio pubblico di riferimento, i proprietari di case vacanze devono essere presenti su diversi siti di annunci: il loro sito, Airbnb, Flipkey, ecc. Una presenza diffusa contribuisce ad aumentare la visibilità delle loro proprietà, almeno fino a quando possono avvalersi di un buon channel manager, ovviamente.

COSA CI INSEGNA

Non è necessario frequentare quotidianamente i social network. Potrebbe non essere nemmeno necessario ricorrere ai social network. Ma se si vuole che la gente venga a sapere dell’esistenza di un’agenzia di case vacanze, che cosa fa, cosa predilige e -ancora più importante – cosa ha da offrire, si deve fare ricorso a tutti i canali di marketing utili a promuovere il proprio marchio.

Così come quando si cerca “Kardashian” su Google e “Kim Kardashian” è il primo risultato che salta fuori, ci si deve assicurare che il proprio sito di case vacanze abbia la stessa rilevanza sui motori di ricerca.

4. Essere sotto i riflettori e starci bene

Kim ama l’esposizione mediatica, per rimanere in vista si assicura di essere fotografata tutti i giorni. Non importa che cosa avvenga nella sua vita reale, se mette su peso, se va in vacanza o se aspetta un altro figlio, ne approfitterà per fare migliaia di dollari. Anche ingrassare un po’ non rappresenta un problema per Kim, sfrutterà la situazione per pubblicare qualche immagine di sé stessa che assume farmaci dimagranti, tè dimagranti e attrezzi ginnici.

I PROPRIETARI DI CASE VACANZE

I proprietari di case vacanze devono saper mettere a frutto tutto il loro potenziale. Per esempio, chi affitta case sulla spiaggia potrebbe scattare foto degli ambienti marini e dei panorami che si vedono dalla proprietà, menzionare le attività a cui si possono dedicare gli ospiti, gli eventi a cui possono assistere e ogni altra esperienza che potranno vivere dopo aver prenotato!

L’Anemoni Hotel, ad esempio, ha una pagina che menziona i posti più importanti da visitare nella loro zona. Informazioni preziosissime per i loro clienti!

anemoni-activities

 

COSA CI INSEGNA

La parola d’ordine è essere aggiornati e pertinenti. Ci sono sagre in zona? Aggiorna la descrizione dell’annuncio, condividila sui social network, offri sconti, insomma intraprendi le azioni che ritieni rilevanti. È esattamente questo genere di cose che ti dà un vantaggio sulla concorrenza!

Proprio come Kim, l’obiettivo è rimanere in evidenza sotto i riflettori il più a lungo possibile.

5. Nicchie e differenziazione

Ogni membro della famiglia Kardashian ha creato un marchio di nicchia attraente per diversi gruppi demografici. Khloe si rivolge a donne consapevoli del loro peso che cercano di condurre uno stile di vita salutare. Kourtney strizza l’occhio alle mamme blogger e Kim aiuta le donne a definire la loro individualità.

Poiché conoscono molto bene il loro pubblico di riferimento, si sono diversificate per soddisfare ogni aspetto dei suoi stili di vita. Pensa a un qualsiasi prodotto che abbia attinenza con uno stile di vita e puoi scommettere che Kim Kardashian ne ha già prodotto uno, o promuove il prodotto di qualcuno.

Ecco un esempio lampante: non solo si possono scaricare i suoi emoji dall’Apple store e metterli sullo smartphone, ma si possono anche acquistare prodotti promozionali con i suoi emoji! Così adesso si possono comprare custodie per smartphone e carta da regalo con la sua faccia, il suo sedere o le sue parole preferite.

kim-kardashian-merchandise

 

I PROPRIETARI DI CASE VACANZE

Ci sono nicchie per ogni e qualsiasi tipologia di casa vacanze, dalle ville economiche per surfer a Bali alle enormi proprietà di due ettari in riva al lago dove praticare sci nautico nel week-end.

Un’ottima idea è offrire anche servizi aggiuntivi come escursioni, sessioni di benessere e affitto di attrezzatur;, essere specializzati in affitto di alloggi non significa non poter diversificare la propria offerta per fornire servizi di lusso.

Ad esempio, il Beachside Resort, pur essendo specializzato nell’affitto di bungalow, offre ai propri ospiti anche delle battute di pesca:

fishing-vacation-rentals

COSA CI INSEGNA

I proprietari di case vacanze non devono necessariamente proporre qualsiasi prodotto o servizio connesso ai viaggi, ma offrire servizi speciali che rendano più gradevole la vacanza degli ospiti può essere di enorme aiuto.

Chi pensava che si potesse imparare così tanto da un personaggio famoso come Kim Kardashian West?

Facci sapere cosa pensi dell’articolo e se ci sono argomenti che vorresti aggiungere. Lasciaci un commento qui sotto!

Come ti è sembrato questo articolo?
Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *