Advertisement

La decisione di investire in proprietà da convertire in case vacanze non viene presa dal giorno alla notte. Ci sono moltissimi fattori da prendere in considerazione che possono influenzare la decisione finale riguardo l’avviare o meno un’impresa in questo settore in crescita.

Verosimilmente i contributi più preziosi arrivano dal lavoro preliminare di creazione di un piano aziendale strategico per le case vacanze, molto prima di consegnare il deposito o ricevere le chiavi.

Sviluppare un piano aziendale credibile ti aiuterà ad identificare i rischi ancora prima di investire, cosa che permetterà di determinare le probabilità di successo della tua impresa.

In questo articolo daremo un’occhiata a cosa sia un piano aziendale e ai 12 principali aspetti che devono esservi inclusi affinché la tua impresa privata di affitti di case vacanze sia un successo.

Che cos’è un piano aziendale per case vacanze?

In sostanza, il piano aziendale è un omnicomprensivo sistema di regole, obiettivi e strutture che ti aiuterà a prendere decisioni per la tua nuova impresa e il suo futuro. Non solo ti permetterà di definire la strategia attraverso la quale gestire l’attività, ma diventerà un utile strumento di riferimento da controllare di tanto in tanto per essere sicuri di procedere nella giusta direzione.

È preferibile avere un piano aziendale ancor prima di comprare la casa vacanze in modo da poter giudicare adeguatamente se si tratta di un buon investimento e di un’ iniziativa imprenditoriale fruttuosa.

Che cosa dovrebbe includere il mio piano aziendale per la casa vacanze?

Per coloro che si avventurano in questo tipo di attività per la prima volta, sapere che cosa includere nel loro piano strategico può essere poco chiaro. Vogliamo rendere le cose semplici agli gli imprenditori di case vacanze in erba, quindi di seguito troverai una lista dei 12 punti principali da includere nel piano che ti aiuteranno ad avere successo.

1. Sintesi esecutiva

La sintesi esecutiva è una breve introduzione riassuntiva della tua impresa e dei servizi che offre. In questo modo, qualsiasi persona, leggendo la prima pagina del tuo piano, capirà a colpo d’occhio di cosa essa si occuperà.

Nota: Questa di solito é l’ultima parte che compilerai, è  proprio il caso di lasciare il meglio alla fine!

2. Analisi dell’impresa

In questa sezione dovrai a dettagliare la Proposta di vendita unica (USP) della tua nuova impresa di case vacanze, delineando le sue caratteristiche ed offerte esclusive che verranno immesse nel mercato esistente.

3. Analisi del settore

Qui entrerai nel contesto del settore in cui stai cercando di affermarti, spiegando alcuni dei fattori chiave riguardo le tendenze attuali e le prospettive future.

4. Analisi dei clienti

I tuoi clienti, o meglio, i tuoi ospiti, sono coloro attraverso i quali otterrai i tuoi guadagni. Per cui è importantissimo saperli capire e puntare su di loro nella maniera più consona. Nel tuo piano, accertatati di creare diversi profili di potenziali clienti sulla base delle tipologie di ospiti che vorresti attrarre. Questa sorta di prototipi verranno utilizzati costantemente in tutti gli aspetti della tua impresa per aiutarti ad incrementare le prenotazioni.

5. Analisi competitiva

Oltre a concentrarti sulla tua impresa, un altro scopo del piano aziendale sarà quello di svolgere una ricerca sulla concorrenza. Dai un’occhiata al settore per trovare i tuoi concorrenti diretti ed analizzarli in modo da capire come far prosperare la tua attività.

6. Piano operativo

Il piano operativo è abbastanza semplice, è una panoramica su come intendi gestire la tua nuova impresa. Racchiuderà elementi come l’eventuale assunzione di uno staff, gli standards stabiliti, il modo in cui tenere sotto controllo l’inventario ed altri aspetti amministrativi.

7. Piano marketing

Spiega quali strategie ritieni migliori per rivolgerti al tuo pubblico in modo da massimizzare le prenotazioni. Considera azioni di marketing sia online che offline, così come qualsiasi altra campagna o promozione che pensi di gestire esternamente.

8. Piano di distribuzione

Per tutti i nuovi proprietari di casa, la presenza sulle OTAs maggiormente riconosciute e sui siti di annunci è essenziale per ottenere prenotazioni. Il tuo piano di distribuzione dovrà entrare nel merito dei canali attraverso i quali pensi di pubblicizzare l’attività, i loro costi e la loro gestione (suggerimento: potresti aver bisogno di un channel manager).

9. Piano di gestione delle entrate

Include informazioni sui prezzi che prevedi di far pagare per la tua casa vacanze, assieme a qualsiasi dettaglio su tariffe o strumenti di gestione.

10. Piano finanziario

Pensa a come finanzierai questa tua nuova impresa: sarà autofinanziata o stai pensando di chiedere un prestito? Crea una lista con le stime di spesa e i possibili guadagni dei primi cinque anni.

11. Punti chiave e futuro dell’impresa

Spiega chiaramente quali sono i tuoi piani ed obiettivi e i punti chiave per arrivare al tuo target. In questo modo avrai un punto riferimento durante tutto il processo per assicurarti di essere sulla strada giusta.

12. Appendice

Per mantenere il piano aziendale per la casa vacanze il più organizzato possibile, puoi includere qualsiasi documento di ulteriore approfondimento come appendice. Questo farà sì che le informazioni fondamentali del tuo piano saranno ben dettagliate.

Se vuoi avere maggiori informazioni su cosa includere nel tuo business plan, abbiamo preparato una guida che ti aiuterà a dare risposta a tutte le domande che dovrai porti nel momento in cui deciderai di addentrarti in un’avventura come questa.

Come ti è sembrato questo articolo?

Piano aziendale per case vacanze: 12 passi verso il successo
4.3 (86.67%) 9 votes
Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VUOI RICEVERE PIÙ PRENOTAZIONI?

Zero costi di configurazione e commissioni. Senza obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.