Advertisement

Centinaia di migliaia di proprietari di case vacanze o b&b utilizzano ogni giorno siti per la pubblicizzare le proprie case vacanze come Airbnb, Booking.com e HomeAway senza però avere alcuna garanzia di ottenere prenotazioni e riuscire a veder crescere i propri profitti.

I proprietari di case vacanze devono affrontare una feroce concorrenza nel settore ed è per questo motivo che è importante conoscere bene le regole del gioco per avere successo.

Oggi vogliamo spiegarvi quali sono i requisiti indispensabili che non possono mancare a un business di case vacanze in affitto se si vogliono far crescere i propri guadagni ed essere competitivi in un’industria che oggigiorno vale oltre 100 miliardi di euro.

Partendo dal presupposto che tu abbia già una proprietà in affitto (o perlomeno che tu stia completando il processo per ottenerla o aprirla), proviamo ad analizzare assieme quali sono i sei requisiti fondamentali affinchè il tuo business possa avere successo.

1. Un Business Plan per la tua Casa Vacanza

Gestire un’attività di case vacanza richiede organizzazione, programmazione, cura dei dettagli e una pianificazione precisa e puntuale di tutto ciò che si intende realizzare. Comprendere i punti di forza, le debolezze, i rischi, le potenzialità e le aree di miglioramento del proprio business gioca un ruolo chiave per far crescere la propria attività.


Perchè tutto ciò si realizzi, diventa fondamentale programmare e analizzare anche il più piccolo dettaglio, e per farlo non c’è nulla di più utile che partire dalle basi, realizzando un vero e proprio “business plan per case vacanza“.

Redarre un piano aziendale infatti, ti darà modo di avere una panoramica del tuo business dal punto di vista economico-finanziario, consentendoti di analizzare la situazione attuale della tua attivià e programmare le mosse da compiere nel futuro.

Siamo perfettamente consapevoli che la redazione di un business plan non è qualcosa che può essere fatto da chiunque dal giorno alla notte senza alcun aiuto o supporto esterno. Ma è proprio per questo motivo che noi di Lodgify abbiamo deciso di venirti incontro, creando una vera e propria guida per la creazione di un business plan per la tua casa vacanze.

Non dovrai fare altro che scaricarla e pianificare il futuro della tua attività!

2. Il brand della tua casa vacanze

La pittura delle pareti della proprietà che vuoi affittare non è ancora completamente asciutta e hai già iniziato ad ospitare persone… non correre troppo!

Prima di accettare prenotazioni devi assicurarti di aver definito chiaramente un elemento fondamentale per il tuo business: il brand della tua casa vacanze!

Dalla creazione del logo alla scelta del nome della tua casa vacanze e il dominio per il tuo sito web, ogni piccolo dettaglio gioca un ruolo decisivo nella creazione dell’identità della tua marca. Quindi, prenditi il tempo necessario e non fare le cose di fretta!

Creare la giusta immagine per il tuo business di case vacanze ti aiuterà a posizionarti nella mente del futuro cliente in un modo piuttosto che in un altro. È fondamentale che gli utenti percepiscano la tua attività esattamente come tu decida di voler apparire agli occhi dell’ospite.

Vuoi puntare tutto sull’eleganza e il design del tuo immobile? Oppure sull’ospitalità e l’accoglienza che sei capace di assicurare ai tuoi ospiti?

Qualsiasi sia il punto di forza della tua casa vacanze e l’elemento che ti differenzia dai competitors, mettilo sempre in bella mostra e fallo diventare un tutt’uno perfettamente identificabile del tuo brand.

Una volta stabilita la personalità della tua marca – “amichevole”, “familiare”, “alla moda”, “di lusso”, “esclusiva”, ecc – questo tono dovrà trasparire in qualsiasi messaggio il tuo brand esprima. Ciò include il contenuto che troveranno le persone sul tuo sito, le mail che invierai o qualsiasi altro materiale che produrrai per promuovere la tua casa vacanze; tutto dovrà avere uno stile e un tono coerente.

3. Il sito web per la tua casa vacanze

Airbnb, Booking.com, Tipadvisor, Expedia. Questi sono solo alcune delle piattaforme utilizzate dalla stragrande maggioranza dei proprietari di case vacanza per promuovere e far pubblicità alla propria struttura turistica.

Tuttavia, in un settore in continua crescita ed evoluzione come quello del turismo, differenziarsi dalla concorrenza è ciò che spesso fa la differenza, consentendo ad un business come quello delle case vacanza di fare un definitivo salto di qualità.

Ma come fare a differenziarsi dai competitors?

Le risposte ad una domanda così generica sono veramente tante e non esiste un modo unico e universale per emergere dalla massa e farsi conoscere dai potenziali clienti. Esiste però un qualcosa che sicuramente di darebbe modo di differenziarti da una grandissima parte di competitors, e consiste nel creare un vero e proprio sito web per la tua casa vacanze.

Pensaci bene. Quante struttura turistiche che competono con te all’interno di Booking.com o Airbnb hanno una loro pagina web? Quanti pagano commissioni su ogni singola prenotazione? E quanti di loro promuovono il proprio immobile in modo corretto?

Prova a rispondere a queste semplici domande e la risposta verrà da sè!

4. Una pagina web ottimizzata per gli utenti e per la SEO

Oggigiorno avere un sito di case vacanze in affitto è qualcosa di imprescindibile per i proprietari che vogliono vedere decollare il proprio business.

Questo infatti, non solo è il miglior canale per ottenere prenotazioni dirette, ma permette anche di evitare di pagare le commissioni sempre più alte delle agenzie online di viaggi.

Tuttavia, è fondamentale tenere in conto che non basta creare un sito web per vedere impovvisamente arrivare prenotazioni dal nulla. Per essere competitivi nel settore è importante conoscere tutte le caratteristiche e le funzionalità imprescindibili per una pagina web che dovrà essere altamente ottimizzata.

Dato che la maggior parte delle prenotazioni di viaggi vengono effettuate da dispositivi mobile è anche importante che il sito della tua casa vacanze sia mobile-friendly.

Inoltre, è importante che il calendario sia ben visibile e mostri chiaramente la disponibilità della tua proprietà, non può mancare una call-to-action come “Prenota Ora!” e un motore di ricerca integrato al sito per offrire ai potenziali clienti un modo semplice di prenotare la camera a cui sono interessati.

Quando si crea una pagina web è importante tenere in considerazione l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO, dall’inglese “Search Engine Optimization”) in modo che il tuo sito venga trovato facilmente da Google.

Oltre agli elementi tecnici sarà importante mostrare foto ad alta risoluzione della tua proprietà, offrire una descrizione dettagliata delle stanze della casa e dare visibilità alle recensioni degli ospiti che hanno alloggiato precedentemente nella tua casa vacanze.

I fattori di ranking che motori di ricerca quali Google o Bing valutanto per definire il posizionamento di un sito web nella pagina dei risultatidi ricerca (SERP) sono oltre 200, e ancora oggi molti di questi sono sconosciuti dalla maggioranza delle persone.

Dalla ricerca delle giuste parole chiave da utilizzare all’interno del proprio sito web, alla creazione di un dominio “seo-friendly”, fino alla definizione della struttura dell’architettura delle pagine e dei link interni. Serve questo e molto altro per fare in modo che i motori di ricerca inizino finalmente a notarti, ma seguendo i consigli sulla SEO per le case vacanza potrai ottimizzare il tuo sito web e iniziare ad acquisire sempre nuovo traffico organico.

5. Una strategia promozionale chiara

Per fare in modo che i tuoi potenziali clienti vengano a conoscenza della tua casa vacanze dovrai strutturare una chiara strategia promozionale e di diffusione.

Quando ti concentri sul business plan della tua casa vacanze dovrai pensare a tattiche e metodologie di marketing per ottenere visibilità sia online che offline. Ciò implica pensare in anticipo chi vuoi che siano i tuoi potenziali clienti e, in seguito, targettizzare queste persone per fare in modo che conoscano la tua proprietà.

Se hai appena avviato la tua attività e sei appena entrato nel settore delle case vacanze in affitto potresti cominciare caricando il profilo della tua proprietà sui siti web per case vacanze più importanti, come Airbnb e HomeAway per raggiungere facilmente e da subito un pubblico più ampio, ricevere le prime prenotazioni e successivamente recensioni della tua proprietà.

Oltre a caricare il profilo della tua casa su un sito di annunci esistono moltissimi altri modi di pubblicizzare il tuo sito (questo dovrebbe essere il tuo obiettivo principale, dato che è una buona strategia per guadagnare più soldi!).

Per esempio, potresti contattare gli uffici del turismo affinché promuovano la tua casa vacanze come alloggio della tua zona. Oppure puoi dare visibilità alla tua proprietà attraverso i social media come Facebook, Instagram e Twitter. Puoi anche prendere in considerazione l’idea di investire in SEM (dall’inglese: “Search Engine Marketing”) attraverso AdWords per fare in modo che utenti in cerca di case vacanza nella tua zona trovino facilmente il sito della tua struttura.

Consiglio: se hai intenzione di creare un profilo su diverse pagine di annunci di case vacanza assicurati di avere un channel manager in modo da non dover aggiornare più di un calendario ogni volta che ricevi una prenotazione.

6. Un channel manager per la gestione della tua proprietà

La gestione delle case vacanza è un tema particolarmente caro a tutti i proprietari che devono gestire un elevato numero di prenotazioni e soddisfare costantemente le richieste degli ospiti.

Ma come riuscire a gestire le prenotazioni dirette assieme a quelle provenienti da portali esterni?

Esistono vari modi per farlo, dalla buona e vecchia carta e penna, al più complesso foglio excel. Questi metodo però, richiedono tempo e costanza, dato che le prenotazioni devono essere sempre gestite manualmente e mantenute aggiornate giorno dopo giorno e il rischio di errore è particolarmente alto.

Una soluzione alternativa, che invece ti darà modo di gestire il tutto da un solo account, è offerta da quello che è definito Channel Manager. Con l’avanzare delle nuove tecnologie, questo strumento da modo ai proprietari di case vacanza di gestire le prenotazioni e i pagamenti, sincronizzando il tutto su un solo calendario.

Tutto ciò che attiene alla gestione dell’ospite potrà essere amministrato da una sola pagina, senza dover spostarsi di continuo tra i vari portali, consendendo di risparmiare tempo e fatica inutili.


Questi sono solo i sei requisiti principali su cui dovrai concentrarti dal primo giorno per la tua attività di case vacanza in affitto. Come potrai immaginare ci sono moltissime altre cose da imparare e sviluppare affinché la tua attività abbia successo.

Come ti è sembrato questo articolo?

  1. Giovanni Grasso Reply

    Ottimo e, soprattutto, molto utile.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VUOI RICEVERE PIÙ PRENOTAZIONI?

Zero costi di configurazione e commissioni. Senza obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.