Lettura:
Sponsored Placement: novità da TripAdvisor per i proprietari di strutture turistiche

Sponsored Placement: novità da TripAdvisor per i proprietari di strutture turistiche

Secondo un’analisi di Oxford Economics, nell’ultimo decennio, la spesa per i viaggi influenzata da TripAdvisor è cresciuta a un tasso medio annuale del 7.4%. Persino in momenti di forte crisi per il settore viaggi, dovuti alla recessione post 2008, la spesa influenzata da TripAdvisor ha fatto registrare performance positive, non in linea con il trend generale.


E l’Italia non fa eccezione: tra il 2010 e il 2017 la quota di arrivi “condizionati” da TripAdvisor è cresciuta dal 14.2% al 17.9%, potenziando la crescita di alcune rotte in entrata nel nostro Paese, come Regno Unito e Stati Uniti.

Ma se in passato l’unico modo per scalare la classifica di gradimento e raccomandazione di TripAdvisor era, per i proprietari di strutture ricettive, confidare nella correttezza e onestà degli ospiti, adesso sembra che il vento stia cambiando.

Il portale ha infatti lanciato un nuovo prodotto rivolto ai proprietari, una sorta di investimento sulla propria visibilità, al fine di aumentare le prenotazioni e massimizzare i profitti, senza tener conti di ciò che emerge dalle recensioni dei viaggiatori. Ed ecco allora che i proprietari di case vacanze, bed and breakfast, hotel, ecc., possono facilmente mettere su una vera e propria campagna pubblicitaria a tutti gli effetti.

L’obiettivo, ha dichiarato proprio TripAdvisor in un comunicato stampa ufficiale, è catturare l’attenzione di potenziali clienti, che hanno già preso una decisione riguardo alla destinazione geografica e sono alla ricerca di una sistemazione, e attrarre traffico di qualità grazie al posizionamento della proprietà in cima alla lista dei risultati di ricerca.

Come funziona?

Digitando, ad esempio, “Hotel Milano” nella barra di ricerca di TripAdvisor, ecco comparire come primo risultato una struttura contrassegnata dal bollino “Sponsorizzato” e che, a differenza di quelle che seguono, non riporta la ranking position in base alle recensioni. Questo potrebbe generare dubbi: quale sarà la reale opinione di chi ha soggiornato in quella struttura indipendentemente dal fatto che si trovi in cima ai risultati?

Ciò che conta per misurare il rendimento della sponsorizzazione è il click che si genera ogni qual volta un viaggiatore entra nel tuo annuncio sponsorizzato e viene indirizzato a un’altra pagina, avvicinandosi sempre di più alla prenotazione. Se ad esempio un utente ha visualizzato la tua inserzione di posizionamento sponsorizzato, e ha fatto click sul nome della tua proprietà, sulla foto, sul numero di recensioni o sul link dell’offerta, verrà immediatamente reindirizzato sulla pagina della tua proprietà su TripAdvisor.

La configurazione della campagna richiede solo pochi minuti, è sufficiente accedere all’area proprietari e selezionare nel menu “Prodotti” e poi “Annunci”.

Quanto costa?

Il portale sottolinea come questi posizionamenti sponsorizzati siano privi di rischi in quanto tu, proprietario, pagherai solo per i click effettivamente ricevuti e potrai annullare il servizio in qualsiasi momento. Il costo per click della tua proprietà si basa su una serie di fattori, tra cui la posizione, il tipo di alloggio il livello di concorrenza nella tua zona, e risponde ad una logica d’asta proprio come quella delle campagne pubblicitarie di Google Adwords. TripAdvisor ti permette di configurare una campagna di sponsorizzazione fissando un budget mensile in base ai click che vorresti ricevere e, alla fine del mese, ti sarà addebitata la somma corrispondente alle visite ricevute. Il CPC (costo per click) si aggirerebbe, in media, tra 1-3 $.

I metodi di pagamento variano in base al paese e possono includere carte di credito, addebito diretto o Automated Clearing House (ACH). Il servizio si rinnova automaticamente ogni mese a meno che non venga disdetto.

È davvero una strada percorribile?

Con i posizionamenti sponsorizzati, TripAdvisor offre ai proprietari l’opportunità di pagare per apparire tra i migliori risultati di ricerca nell’area geografica di appartenenza. Tuttavia, le OTAs dominano già i programmi di metasearch e Instant Booking di TripAdvisor, generando oltre l’80% dei click. In altre parole, la quasi totalità dei click derivanti da annunci sponsorizzati finiscono per favorire prenotazioni su canali indiretti anziché sul proprio sito web. Pertanto, nel momento in cui una struttura indipendente decida di testare questo nuovo programma, dovrà essere sicura di avere già una posizione consolidata sul portale, in grado di generare conversione diretta e un effettivo ritorno della inversione. In sostanza questo prodotto potrà essere realmente utilizzato solo dalle strutture già iscritte direttamente (non tramite OTAs) ai programmi di metasearch o Instant Booking.

In conclusione, data la attuale limitatezza in termini di fruibilità di Sponsored Plcement, sembra non sia ancora giunto il momento di chiudere in soffitta le recensioni, croce e delizia di tanti host, ma al tempo stesso strumento fondamentale per i viaggiatori e per i proprietari stessi, al fine di accrescere la propria credibilità, fidelizzare i clienti ed ottenere un numero sempre maggiore di prenotazioni dirette.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.