Lettura:
Come evitare truffe nella tua casa vacanze?
essere truffati nella casa vacanze

Come evitare truffe nella tua casa vacanze?

Non ti spaventare, affittare il proprio b&b o la propria casa vacanze è un qualcosa di assolutamente sicuro e che nella stragrande maggioranza dei casi non comporta alcun imprevisto.

Una volta creato il sito web per la tua proprietá, non dovrai far altro che promuoverlo attraverso i giusti canali e aspettare che le prenotazioni arrivo poco a poco.

Tuttavia, a causa del continuo incremento della domanda di affitto, il numero di truffe e di raggiri ad opera degli ospiti ha avuto una forte impennata. Non sempre un cliente è quello che sembra, e il rischio di poter incappare in bufale e tentativi di raggiro deve essere sempre tenuto bene in considerazione.

È proprio un rapporto del Forter’s Fifth Annual Fraud Index ad affermare che il tasso del numero di frodi nel settore del turismo e delle OTA è aumentato di ben il 37% nel 2018.

Questa particolare industria dei viaggi non dorme mai ed è proprio per tale ragione che in qualsiasi dei 365 giorni di un anno è possibile che questi truffatori si facciano vivi, mischiandosi nel flusso di ospiti regolari che abitualmente occupano le tue proprietà.

Identificarli non è semplice e spesso lo si riesce a fare solamente quando è ormai troppo tardi.

Come hanno origine frodi e truffe ai danni di una casa vacanze?

La preda più succulenta per questa particolare categoria di truffatori sono i siti di prenotazione online di appartamenti e case vacanza, per una serie di motivi.

Le prenotazioni e gli acquisti online sono considerati un prodotto e un servizio di qualità, tanto che si stima che il prezzo medio di ogni singola prenotazione che poi si rivela essere un raggioro ha un costo che va dai 238$ ai 588$. Non si tratta di articoli fisici e tangibili che devono essere impacchettati e spediti e ogni operazione viene effettuata online in pochi istanti, risultando particolamente complesso rilevare e bloccare un utente al momento dell’acquisto.

Purtroppo, identificare una truffa o un raggiro non è facile, soprattutto poichè ci si trova spesso di fronte a professionisti del mestiere che conoscono tutte i trucchi e le scappatoie per farla franca. Essere diffidendi è sempre una buona cosa quando il fine è quello di evitare di essere ingannati, ma occhio a non farlo in modo troppo vistoso, l’ospite potrebbe non vedere di buon occhio un atteggiamento eccessivamente sospettoso. Pertanto sii prudenti, sia nella verifica dell’identità e delle intenzioni di un ospiti sia nel modo in cui ti rapporterai con lui.

Prendere le giuste precauzioni è fondamentale. E quindi cosa si può fare per provare a coprirsi le spalle?

Una delle soluzioni migliori è certamente quella di fare firmare un contratto d’affitto ai vostri ospiti al momento della prenotazione della vostra proprietà.

Se ancora non ne hai uno non temere, ti basterà scaricarlo!

Truffe per case vacanza: i segnali di allarme da tenere d’occhio

Vuoi avere la certezza di non essere mai truffato o raggirato da qualcuno dei tuoi ospiti?

Prepararsi a qualsiasi evenienza, in particolar modo quandi si parla di truffe, è fondamentale. Ogni proprietario di case vacanze deve essere in grado di ridurre al minimo il rischio di raggiri ed evitare che gli ospiti riescano ad approfittarsene facendola franca.

E allora continua a leggere per scoprire i 10 campanelli d’allarme che dovrebbero accendere una lampadina nella tua testa nel momento in cui riuscirai a identificare una potenziale truffa.

1. Scarse competenze lessicali e linguistiche

Vacation Rental Scam 1
“Salve, Sono molto interessato ad affittare il tuo appartamento assieme al mio amico Partiremo da Melbourne Australia e siamo molto interessati ad alloggiare nella tua struttura,Sono nuovo nel mondo degli affitti online e non sono molto bravo con questo sito quindi per favore preferisco se mi puoi mandare una mail xke non entro spesso qui e poi prenoterò dopo di esse xk ho qualche domanda>>>>>>>>>

La mia mail è: stephenlawson570 att Gmaii L . com

Oppure puoi aggiungermi a whatsapp + 1 ……424……….225………1081″

Non prenderla come regola generale ed universale, ma un utilizzo inappropriato della lingua e del lessico dovrebbe insospettirti.

Richieste vaghe, ripetitive, prive di contenuto e con chiare mancanze a livello grammaticale, ortografico e di punteggiaura potrebbero essere un chiaro segnale di una potenziale truffa.

Prima di accettare una richiesta pensaci due volte, potrebbe essere un tentativo di raggiro!

2. Utilizzo di un’email sospetta

truffe per case vacanza

Nel preciso istante in cui ricevi una richiesta di prenotazione per la tua casa vacanze, assicurati di controllare l’indirizzo di posta elettronica dal quale questa è stata inviata.

ll nome o il cognome dell’utente sono presenti nell’indirizzo email? C’è corrispondenza col nominativo fornito all’interno della prenotazione?

Conosci il provider utilizzato dall’utente per inviare la mail?

Una qualsiasi discrepanza ti dovrebbe insospettire. Prestaci sempre attenzione prima di accettare!

3. Troppe informazioni fornite dell’ospite

Il contenuto di un’email di prenotazione deve essere letto con molta cura ed attenzione.

Nel momento in cui riceverai una richiesta particolarmente articolata, ricca di informazioni e di contenuti poco utili e non necessarie come ad esempio la professione del potenziale ospite (in particolar modo se questo menziona a proposito il fatto di essere una figura di spicco, un membro delle forze dell’ordine o un membro religioso) oppure un racconto eccesivamente complesso e fantasioso, fa attenzione.

Assicurati con molta cura la provenienza di questi individui e se la cosa puzza, tienili il più lontano possibile dalla tua casa vacanze, potrebbe trattarsi di una truffa!

4. Occhio al “viaggio a sopresa per un amico”

Vacation Rental Scam 3

“Ecco un ulteriore esempio di una potenziale truffa ai danni di un proprietario di case vacanza:

Nome: HENDRIX SVENNIGSEN
Email: hendrixsvennigsen@yahoo.com
Numero di telefono: +1 206-666-3053
Data d’arrivo: 1 dicembre 2007
Data di partenza: 21 dicembre 2007
Numero totale delle persone: 2 (bambini compresi)
Nº di bambini: 0

Ulteriori informazioni: Buongiorno, vi scrivo per verificare la disponibilità della vostra casa vacanze per regalare al mio figlioccio una luna di miele della durata di 21 giorni e fargli una sorpresa in occasione del suo matrimonio, al quale non sono stato in grado di partecipare trovandomi in questo momento nella regione dei Golfi. Vorrei avere qualche informazione in merito all vostra disponibilità per un periodo di 21 giorni nel mese di dicembre 2007, preferibilmente dal 1 al 21, anche se ho la possibilità di essere flessibile con le date. Potrebbe confermarmi la disponibilità e inviarmi al più presto con i dettagli della prenotazione, dei costi, del deposito cauzionale e il totale delle tasse e le imposte di pulizia per una coppia (senza animali e che non fuma)? Ho bisogno di confermare questa prenotazione il prima possibile in modo da evitare qualsiasi inconveniente nel corso del loro soggiorno. Vorrei farle presente che posso pagare questa prenotazione con un assegno circolare, è un problema? Un saluto.”

È vero, regalare un viaggio con allogio incluso è un dono diffuso e sono molte le persone che dedidono di farlo ad amici, parenti o findanzati/e.

Purtroppo, è altrettanto vero che questa potrebbe essere una semplice scusa per dare avvio ad una truffa o un raggiro.

Il motivo?

È risaputo che, essendo una sorpresa, in questi famosi “viaggi a sorpresa” potrebbero sorgere imprevisti dell’ultimo minuto ed essere pertanto annulati in qualsiasi momento.

Prima di accettare una qualsiasi richiesta di prenotazione, assicurati che ti vengano forniti i nomi, i dettagli e le informazioni necessarie di tutti gli ospiti.

Richiedere il versamento di un deposito cauzionale potrebbe rivelarsi un’ottima strategia, così come impostare una politica di cancellazione particolarmente frigorosa.

5. Il cliente non vuole usare il metodo di pagamento prescelto?

Se hai un sistema di prenotazioni sul tuo sito web di case vacanza è proprio perchè ogni proprietare deve poter controllare, verificare, accettare o declinare ogni singola prenotazione e avere il completo controllo su di esse.

Perchè allora un ospite dovrebbe voler richiedere l’utilizzo di un metodo di pagamento diverso da quelli impostati nella tua pagina web?

I motivi possono essere i più svariati, ma anche questo potrebbe essere un primo campanello d’allarme per ravvisare una potenziale truffa alla tua casa vacanze!

Se un clienti si offre di pagare utilizzando metodi alternativi come ad esempio un assegno circolare, un bonifico bancario oppure in contanti al momento dell’arrivo, beh, forse è il caso di pensarci due volte prima di accettare.

Lo stesso vale se questi si offrono di pagare di più di quanto richiesto nella tua pagina web. Perchè dovebbero farlo? Che ci sia sotto qualcosa?

Non accade di rado che vi siano truffe ai danni dei proprietari da parti di soggetti che utilizzano carte di credo false o rubate, inviando somme di denaro superiori a quelle richieste nella prenotazione.

Per non parlare dei “viaggi d’affari” e la scusa ormai vecchia dell’errore reltivo alla prenotazione commesso dal dipartimento viaggi aziendali, quando invece l’individuo sta semplicemente utilizzando informazioni rubate per effettuare il pagamento.

6. La loro richiesta include informazioni sbagliate sulla tua proprietà

Se ricevi una richiesta di informazioni o una richiesta di prenotazione da qualcuno che si riferisce al tuo agriturismo parlando, ad esempio, di un “appartamento con piscina” (o qualsiasi altro riferimento non pertinente alla tua struttura) anche questo dovrebbe alzare lanciarti dei segnali.

Con tutta probabilità, si tratta è un messaggio “copia e incolla” inviato a più proprietari di case vacanze aspettando che anche solo uno di loro cada nella trappola.

7. Non ricevi informazioni precise riguardo al periodo del soggiorno

truffe prenotazioni online

È possibile che gli ospiti siano davvero flessibili con le loro date di viaggio e che abbiano genuinamente voglia di trascorrere le loro vacanze solo e solamente nella tua struttura.

Tuttavia, se l’ospite continua a non essere preciso riguardo al suo periodo di soggiorno anche dopo che glielo hai chiesto espressamente, faresti meglio a gestire la situazione con cautela.

8. Ti vengono chieste le chiavi prima di aver ricevuto il pagamento

Molti proprietari si affidano a metodi di check-in automatici come i lockbox (serrature elettroniche intelligenti) o persino a servizi di portineria per gestire il flusso degli ospiti. Al giorno d’oggi non c’è nessun bisogno di inviare o lasciare fisicamente le chiavi d’entrata in anticipo.

Se un ospite richiede senza motivo di ricevere le chiavi della tua proprietà prima di aver pagato, prendilo come un segnale di allarme.

9. Prenotazioni del giorno stesso o dell’ultimo minuto

Diversi studi mostrano come le prenotazioni effettuate per il giorno stesso sono 4,3 volte più soggette ad essere oggetto di truffa e di raggiro, anche per la tua casa vacanze.

Se il consiglio di prestare attenzione a qualsiasi prenotazione ricevuta è sempre buono, anche per quelle effettuate con settimane di anticipo, è buon costume guardare con ancora più diffidenza quelle prenotazioni che vengono fatte all’ultimo minuto e per il giorno stesso.

Hanno sbagliato a prenotare e ora il loro hotel è al completo? Hanno cambiato idea sul tipo di alloggio che preferiscono?

Non stiamo dicendo che queste siano truffe al 100%, poichè è normale che vi siano persone che decidono di fare un viaggio “last-minute”. È più che giusto dare loro il beneficio del dubbio e credere alla loro storia. Tuttavia, controllare queste prenotazioni due o tre volte è sicuramente meglio.

Effettua tutte le verifiche possibile e se il tuo stomaco ti dice che c’è qualcosa che non torna, non aver timore a rifiutare la prenotazione. È meglio una recensione negativa oppure essere vittima di una truffa?

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio (a volte)!

 

Vacation Rental Scam 9

alex1

Ho trascorso le mie vacanze a San Diego per oltre 2 anni senza che nulla di questo mi fosse mai accaduto.
Negli ultimi due weekend ho ricevuto una prenotazione di una notte, la quale si  rivelata essere ad opera di un vero e proprio ladro e mi è valsa 1000€ di oggetti rubati dal mio appartamento. Nonostante la prenotazione immediata fossa stata verificata dal sistema di Airbnb, son certo che questo processo automatico accetti qualsiasi id inviato. Airbnb deve risolvere immediatamente questo problema. Dal giorno della truffa abbiamo iniziato a verificare personalmente l’identità di chiunque effettui una prenotazione e fino ad oggi ben 3 delle prenotazioni dell’ultimo minuto e per una sola notte si sono rivelate essere dei tentativi di raggiro. Dal momento in cui ho richiesto di verificare l’identità dei queste persone non ho più ricevuto alcuna risposta, nessuna chiamata, nessuna cancellazione e ovviamente non si sono presentati al chieck-in. Suppongo ci sarà un rimborso da parte dei proprietari delle carte di credito rubate…”

10. Troppo bello per essere vero

La tipica situazione in cui tutto è troppo bello per essere vero, è proprio una di quelle occasioni in cui dovresti fermarti e porti la domanda: stanno provando a truffarmi?

Quello del turismo e degli affitti di case vacanze è sicuramente un settore complesso, ma che al tempo stesso può dare moltissime soddisfazioni. Occhi però a gioire troppo presto.

Hai ricevuto la richiesta da parte diun ospite disposto a pagare extra per una settimana di vacanza in un periodo di bassa stagione oppure uda n singolo viaggiatore che prenota un’intera stanza da 5 letti?

La truffa e il raggiro in questi casi sono dietro l’angolo, occhio!

Fidati del tuo istinto e pensaci bene due volte prima di accettare una prenotazione.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.

Altre storie
I blog che tutti i proprietari di case vacanze dovrebbero seguire