Lettura:
Turismo Rurale vs. Turismo Balneare: Come adattare la tua Casa Vacanze alla Location
Casa vacanze al mare

Turismo Rurale vs. Turismo Balneare: Come adattare la tua Casa Vacanze alla Location

Ogni casa vacanze è unica, su questo non ci piove.

Ma oltre alle peculiarità, i servizi e le caratteristiche di ogni singola proprietà, esistono alcuni elementi che devono essere presi in considerazione al momento di promuoverla e pubblicizzarla.

La tipologia di vacanza che il potenziale ospite si attende e si aspetta è ciò che dovrà guidare la tua strategia di marketing fin dall’inizio.

Hai mai riflettuto su quale sia il tuo pubblico target? Quali siano le sue esigenze e per quali ragioni decida di andare in vacanza in un posto piuttosto che un altro?


Rispondere a queste domande è la chiave per soddisfare a pieno tutti i desideri dei tuoi ospiti e far si che in futuro possano tornare da te.

Il primo passo?

Avere ben chiaro in testa a che categoria di case vacanze appartiene la tua proprietà.

La tua casa vacanza rientra nel settore del turismo rurale o balneare? E sei in grado di arrivare al giusto target e mostrarti come la soluzione a tutti i loro dubbi?

Continua a leggere e scopri tutti i nostri consigli a riguardo (oltre ad una sorpresa per la tua casa)!

Turismo rurale e case vacanze

1. Definisci la tipologia di casa vacanze

Un ostello e un castello non sono la stessa cosa. Così come una fattoria non evoca nell’immaginario degli ospiti la stessa immagine di uno chalet.

Sii sempre onesto e non temere di essere chiaro, preciso ed entrare nei dattagli quando racconti la tua proprietà.

Non dimenticarti però di mettere un briciolo di poesia nel come parli della tua casa vacanze.

La tua proprietà è piccola, compatta e rustica? Allora è un cottage o uno chalet.
È un’imponente casa in pietra che appartiene a una fiaba? Chiamalo castello.
Hai diverse proprietà con la stessa (o simile) configurazinoe? Sono appartamenti o unità.

E ricorda sempre che il significato di questi termini può variare in base all’origine dell’ospite.

Ad esempio, in luoghi come il Regno Unito, il termine “bungalow” si riferisce a una casa bassa con un solo piano. Al contrario, nel Sud-est asiatico (dove il termine ha avuto origine) può effettivamente significare il contrario: una grande casa indipendente di più piani.

2. Considera le peculiarità della tua zona

Il titolo di questo articolo ti fa capire immediatamente di quanto sia importante definire con precisione la posizione e l’ubicazione della tua proprietà.

Tuttavia, oltre alla semplice identificazione della posizione geografica della tua casa, dovresti focalizzarti pure sulle attività e gli eventi presenti in quella specifica zona, così da poterli sfruttare per promuovere al meglio la tua casa vacanze.

La tua proprietà è sulla spiaggia? Nel centro storico di una caratteristica città balneare? Vicino alle montagne? Nel mezzo di una foresta?

Oltre a porti queste domande, prova anche a pensare a come i tuoi ospiti trascorreranno il loro tempo.

Che si tratti di giocare a golf, fare escursioni a piedi o in bicicletta, surf, paddle o altri sport d’avventura in gruppo o da soli, fa una bella ricerca e informati sulla tua area per sapere cosa offre!

Il modo migliore per comunicare col tuo ospite tutto ciò? Semplice, nel libro di benvenuto per case vacanza!


3. Scegli un tema per la tua proprietà

Quando sarai consapevole di ciò che la tua zona può offrire ai tuoi ospiti, potrai comprendere di conseguenza alcune delle ragioni che li avranno spinti a trascorrere le vacanze proprio in questi luoghi.

Il passo successivo consiste nello scegliere un tema per la tua casa vacanza rurale o balneare.

Grazie alla continua crescita dell’industria del turismo potrai legare la tua proprietà a diverse tematiche e promuoverla come meta per vacanze di lusso, viaggi accessibili, vacanze in famiglia, ritiri delle coppie o vacanze LGTBQI.

Oltre a questo, potrai anche pubblicizzare la tua proprietà in base a eventi specifici che avranno luogo nelle vicinanze, quali festival musicali o cinematografici, concerti o eventi sportivi.

I temi da associare alla tua casa vacanze sono veramente tanti e scegliere quello giusto ti aiuterà in futuro con la tua strategia di marketing!

Proprietà immobiliare balneare

4. Definisci una strategia di marketing per il tuo pubblico target

Rivolgersi a quei viaggiatori che vogliono trascorrere la giornata in spiaggia oppure a coloro che invece amano gli sport d’avventura in montagna non è la stessa cosa.

Promuovere una proprietà al giusto mercato di riferimento fa tutta la differenza del mondo e per far questo dovrai seguire una precisa strategia.

Dopo aver identificato il tuo ospite tipo, dovrai capire come relazionarti con lui e come raccontare al meglio la tua offerta.

Crea una “guest persona”

Quando una persona decide di andare in vacanza, di solito ha un’idea ben chiara di ciò che sta cercando, e di conseguenza cercherà un posto che soddisfi la sua scelta.

Gli ospiti possono essere segmentati in tre categorie principali.

Gli ospiti che sono alla ricerca di un affare

Non lasciatevi scoraggiare. È possibile arrivare anche a questi ospiti e mantenere una proprietà di qualità senza perdere soldi.

Come? Offrendo sconti di gruppo. Questo ti potrà aiutare a favorire il passaparola e, di conseguenza, le prenotazioni soprattutto da parte di gruppi numerosi che rimpiranno tutte le tue proprietà.

Ospiti che vogliono esplorare la tua zona

Costoro, cercheranno di relazionarsi direttamente con te per ottenere tutte le informazioni possibili. Dovrai dedicare più tempo a questi ospiti, poiché vorranno ricevere molti consigli su attività, eventi, luoghi da mangiare, ecc.

Trattali come meglio non puoi e cogli l’opportunità.

Questi rappresentano un’occasione unica per ottenere ottimi feedback e recensioni positive, oltre a favorire il passaparola.

Ospiti che danno la priorità alla praticità

Sia nel turismo rurale che balneare, le distanze dalla tua casa vacanza alle attrazioni locali possono essere un vero fattore.

Se sei a soli 10 minuti dalla spiaggia, faglielo sapere.

Allo stesso modo, se il tuo alloggio è vicino ad una vivace zona commerciale piena di ristoranti e bar, assicurati di metterlo in evidenza nella descrizione.

Se invece la tua proprietà si trova in una zona sperduta in mezzo alle montagne, spetta a te assicurarsi che abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno per godersi il loro soggiorno.

Una volta che sai in quale di queste tre categorie rientra l’ospite ideale, puoi passare alla seconda fase.

Pensare alle esigenze, le necessità ed i gusti dei tuoi ospiti

Se la tua casa vacanze è sulla spiaggia, potresti voler decorare la tua proprietà con un colore e uno stile balneare per dargli quel tocco di mare e di natura.

Hai mai pensato di trasformare l’ingresso in un solarium e includere un’area barbecue?

O di creare un’area precedente all’ingresso nella quale gli ospiti possano pulirsi dalla sabbia prima di entrare in casa? Sarà vantaggioso per loro, per te e pure per i tuoi addetti alle pulizie!

D’altra parte, se disponi di una casa vacanze rurale, è probabile che riceva ospiti interessati alla natura e alla gastronomia locale.

Pertanto, potresti pensare ad esempio di investire in un telescopio per vedere le stelle, o in una casa sull’albero perfetta per far giocare i bambini.

E se vogliono sapere dove andare a provare il cibo tipico cucinato da gente del posto, accontentali e fornisci loro tutte le informazioni necessarie.

Affitto turistico in montagna

5. Consigli su cosa offrire ai tuoi ospiti all’interno della proprietà

Durante le loro vacanze, gli ospiti avranno un sacco di tempo libero e molte ore da riempire, quindi servizi come TV e giochi da tavolo sono sempre utili.

Esistono anche elementi più specifici che possiamo raccomandare, a seconda del tipo di proprietà che hai.

Per una casa vacanze al mare

  • Tenendo conto del fatto che la stagione di punta per la tua proprietà sarà l’estate, i tuoi ospiti vorranno assolutamente poter disporre dell’aria condizionata o almeno di un ventilatore.
  • Un’area designata alla rimozione della sabbia prima che gli ospiti entrino nella casa è un’aggiunta utile per evitare di sporcare e portare sabbia per tutto l’immobile.
  • Offri ai tuoi ospiti teli per il mare o per la piscina, oppure infradito monouso (nel caso l’ospite le dimentichi). Guadagnerai punti extra!
  • Un altro dettaglio molto apprezzato consiste nel mettere a disposizione degli ospiti libri e riviste da poter sfogliare nei momenti di relax sotto il sole.
  • Infine, lascia sempre alcune bottiglie d’acqua nel frigorifero per quando gli ospiti tornano a casa dalla spiaggia assetati!

Per una casa vacanze rurale

  • Poiché il turismo rurale è ragionevolmente più vivo nella stagione invernale e nei mesi più freddi dell’anno, è un’ottima idea offrire ai propri ospiti ombrelli e alcuni impermeabili, in modo che il brutto tempo non rovini la loro permanenza.
  • Lanterne e fiammiferi extra saranno sempre utili.
  • Una scorta in eccesso di coperte per un maggiore calore è sempre la benvenuta, ma assicurati che siano pulite e prive di odori di muffa.
  • Cerca di anticipare ogni possibile evenienza e pensa a ciò che gli ospiti scordano solitamente a casa, per poter così offrire loro ogni servizio. Ciò è particolarmente utile se non ti trovi nei pressi di una grande città e sarà difficile per gli ospiti trovarle ciò che cercano.
  • Il fatto di trovarsi in una zona montuosa o rurale, fa si che tu debba dare ai vostri ospiti opzioni e consigli per quanto riguarda le diverse attività per il tempo libero nelle vicinanze. Raccogli alcune brochure di attività e lasciale in un posto visibile nella tua casa vacanza.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.

Altre storie
Cosa non deve mancare in una casa vacanza
Cosa non deve mai mancare in una casa vacanze: 24 servizi must-have