Lettura:
Arredare la tua casa vacanze con pochi soldi: idee low cost
arredare casa vacanze low cost

Arredare la tua casa vacanze con pochi soldi: idee low cost

Se stai cercando consigli su come arredare la tua casa vacanze in questo articolo troverai moltissimi spunti interessanti.

In qualsiasi business all’inizio è necessario fare degli investimenti, che nel caso delle case vacanza, B&B e appartamenti consistono anche nell’arredamento e nella decorazione della proprietà in cui gli ospiti andranno ad alloggiare.

Oltre che avere un impatto importante sull’esperienza degli ospiti durante il loro soggiorno, l’arredamento della tua casa vacanze fa parte del suo aspetto che, attraverso le foto, è un aspetto chiave nel processo di decisione degli utenti.

Scopriamo allora come arrivare ad un risultato soddisfacente con un occhio attento al nostro budget.

Arredare una casa vacanze low cost: come fare?

come arredare casa con pochi soldi

Pensare e realizzare l’arredamento di una casa vacanze può entusiasmare in un primo momento ma c’è una domanda che la maggior parte dei proprietari si fanno.

Esiste un modo efficiente per arredare una casa vacanze senza spendere una fortuna?

La risposta è sì. A patto che tu segua questi 15 consigli pratici che ti stiamo per dare.

Non si tratta di suggerimenti dell’altro mondo, ma di cose semplici e accorgimenti utili da mettere in pratica per renderti la vita più facile e permetterti di arrivare al risultato sperato.

1. Capire cosa acquistare prima di mettersi all’opera

Alla base di ogni lavoro ben fatto c’è sempre una corretta pianificazione.

Avere bene in testa quali sono esattamente i mobili e gli oggetti che si vogliono acquistare è fondamentale per arredare casa vacanza in maniera low cost. Così come avere in mente un budget.

Pensa prima ai mobili più essenziali, come letti, comodini, tavoli e tutti quegli elementi che non possono mancare e quando hai che puoi già chiederti quali accessori vorresti acquistare, costruire o ottenere per la tua proprietà.

2. Riciclare e riutilizzare

Se puoi, recupera mobili usati aggiungendo un tocco di personalità. Non c’è modo migliore per ottenere un mobile speciale ad un prezzo economico.

Ad esempio, invece di acquistare un altro divano e lasciare da parte quello vecchio (perché è davvero molto vecchio), fai un bel restyling e rendilo più bello con delle coperte o fatti fare un preventivo da un negozio locale che può farlo come vuoi tu.

Oppure ottieni (gratuitamente, ordinandolo in qualche fabbrica) un pallet di legno e trasformalo in un tavolo. O trasforma una pila di scatole di fruttai in uno scaffale per i tuoi libri. Sii creativo!

3.Darsi al fai da te e realizzare mobili ed accessori a mano

arredare casa a costo zero

Su Internet ci sono migliaia di idee che puoi adattare alla tua casa vacanze per arredarla con pochi soldi, come ad esempio appendere un filo lungo e resistent al soffitto per poter appendere i vestiti sui dei ganci in un modo elegante, unico e praticamente gratuito.

O recuperare un pezzo di ferro, e pulirlo o lavorarlo per dargli la stessa funzione. Usare la tua manualità e la tua inventiva per creare da te dei pezzi di arredamento è molto bello ed apprezzato oltre che economicamente vantaggioso

4. Mobili dell’Ikea: ok, ma con personalità

L’arci nota azienda svedese è sempre l’opzione numero uno per le persone con poco budget e amore per l’arredamento minimal. E il minimal va benissimo, purché tu sappia come dargli il tuo tocco.

In internet puoi trovare migliaia di “trucchi” e suggerimenti che possono essere applicati ai mobili dell’Ikea in modo che diventino pezzi unici o, almeno, smettano di essere il tavolino da caffè nero che tutti abbiamo a casa.

5. Pensare al futuro

Acquista sempre elettrodomestici in garanzia. Sebbene ciò significhi che inizialmente l’investimento sarà  maggiore, a lungo termine si rivelerà invece più economico.

Evitare di mettere tappeti o pavimenti in legno perché la loro usura e i possibili danni (come le macchie) saranno difficili da nascondere.

E, soprattutto, decidi se nel tuo appartamento siano ammessi animali domestici e agisci di conseguenza. Con questo intendo che, se accetti i cani, non costruirai un giardino bello e ben curato, e se accetti i gatti, non avrai tende che raggiungono il suolo, per esempio.

6. Arredare come se stessi arredando casa tua

Quali oggetti sono più delicati degli altri o hanno maggiori probabilità di rompersi? Quali parti della casa sono più difficili da pulire? Dopo esserti posto queste domande, sarai pronto a prendere le giuste decisioni.

Un esempio pratico di questo per arredare la tua casa vacanze con pochi soldi: evita lenzuola e copriletti in tinta unita e / o chiari, perché se si macchiano dovrai sostituirli direttamente. E questo ha un costo.

7. Non danneggiare le pareti

arredamento economico case vacanze

Puoi decorare la tua casa anche senza fare buchi alle pareti che in seguito ti costeranno una riparazione dell’intonaco o della carta da parati.

Trova modi alternativi di tenere sollevati i quadri o gli specchi contro le pareti e dai loro un aspetto moderno senza sforzo. Se sono troppo piccoli per appenderli al muro, posizionali su un tavolo o un mobile dove siano visibili.

8. Mettere la carta da parati

Qual è la tua opinione sulle decorazioni temporanee? Per dare personalità a un muro che non dice nulla così com’è o coprire un danno occasionale possono andare bene, no?

Ci sono molti materiali riutilizzabili, quindi pensa anche a qualcosa che si attacca a tutta la casa (come la carta da parati) nel caso in cui un giorno tu voglia cambiare look al tuo muro. Ed è anche molto facile da posizionare!

Se la tappezzeria dell’intero muro non ti convince, c’è un’altra cosa che puoi provare … il wall decall! Si tratta di adesivi murali che spaziano da forme geometriche a sagome intere. Puoi metterli dove vuoi e nel modo che più ti piace.

Un’idea originale? Dipingi o decora uno dei muri (ma solo uno) di colore piuttosto scuro; darà profondità e, ad esempio, farà “fondere” la tua TV con il colore scuro invece di creare un contrasto esagerato con una parete completamente bianca e spoglia.

9. Non buttare all’aria la cucina, dalle una rinfrescata!

Se la tua cucina ha bisogno di un “lifting”, dipingi i cassetti (anche all’interno!) E sostituisci il piano di lavoro in laminato con una spessa tavola di legno.

Non solo sembrerà più bella, ma sarà sicuramente la soluzione più economica che potrai trovare. Anche qui ingegnarsi è fondamentale.

10. Dare importanza alla posizione dei mobili

Potresti avere quattro mobili in tutto, ma se sono distribuiti nel modo giusto, il tuo appartamento sembrerà molto più di quello che in realtà è. Guardati intorno nella stanza, vedi dove sono messi i mobili di grandi dimensioni come il divano o il tavolo della sala da pranzo.

Puoi anche, quando organizzi la sala da pranzo, prendere come punto di partenza elementi già esistenti sul pavimento, come un camino, le scale o persino le finestre e le porte. Crea una “connessione” tra gli elementi che aggiungi. Fa’ sì che tutti entrino nella stessa armonia e non non siano messi a casaccio.

11. Scegliere i mobili tenendo conto del tipo di ospiti

mobili economici per case vacanza

Se il tuo target di riferimento sono le coppie in pensione, assicurati di avere mobili comodi e facilmente utilizzabili. Se invece pensi che i tuoi ospiti possano essere famiglie con bambini, non dimenticare di aggiungere dei divani letto o letti supplementari che possono essere facilmente montati.

Se inizi a ragionare questo modo, non dovrai aggiungere o rinnovare nulla nel prossimo futuro e avrai una volta per tutte arredato la tua casa vacanze senza ulteriori spese.

12. Aggiungere degli accessori chiave

Per iniziare, durante la decorazione, basta prendere in considerazione i quattro elementi più importanti nell’arredamento: colore, stile, accessori e luce.

Se questi quattro elementi sono scelti bene, nulla potrà andare storto. Per quanto riguarda gli accessori soprattutto, non strafare, ma assicurati che siano ben pensati e posizionati strategicamente nella stanza.

E ricorda: più l’oggetto in questione è “di moda”, più gli ospiti si aspetteranno di trovarlo, e questo vale soprattutto per i servizi, come una caffettiera particolare a capsule di caffè.

13. Pensare fuori dagli schemi

Prima di gettare i vecchi mobili perché non riescono più a soddisfare il loro uso convenzionale, gira la testa. Cosa potresti fare con loro? O con una qualsiasi delle loro parti?

Puoi prendere quella vecchia tavola di legno, dipingerla, appenderla al muro e usarla per appenderci le tue lettere, cartoline o documenti in generale. La tua lavanderia è un po’ noiosa? Decora la tua lavatrice con del nastro adesivo colorato ed il gioco è fatto!

14. Creare la propria magia dando personalità allo spazio

Non devi per forza avere quella sedia di design costosa o quell’orologio da parete digitale che dice buongiorno in inglese.

Tutto ciò di cui hai bisogno per far ricordare ai tuoi ospiti la tua casa con affetto è regalare loro quell’angolo in cui possono rilassarsi, leggere o guardare fuori dalla finestra. Puoi farlo trasformando la cavità sotto le scale in uno spazio di lettura, aggiungendo una tavola di legno e mettendo molti cuscini proprio sotto una finestra con una splendide vista … devi solo usare l’immaginazione e metterti nei panni dei tuoi ospiti!

15. Sfruttare l’economia collaborativa

Usa le pagine di annunci dove vengono venduti gli oggetti di seconda mano. Potresti trovare pezzi unici ed economici.

Inoltre, siamo sicuri che in troverai anche qualcuno che offre quel servizio di trasporto di cui potresti aver bisogno per i mobili di grandi dimensioni e che costa così tanto se lo deleghi ad un’azienda.

Ora on hai più scuse! Se la tua casa vacanza non avrà  una personalità unica e originale, è perché sarai tu a non volerlo! Scheri a parte, usa questi suggerimenti per rendere la tua struttura più creativa e lasciare gli ospiti a bocca aperta.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.

Altre storie
tassa di soggiorno affitti brevi
Tassa di soggiorno e affitti brevi: la guida per i proprietari