Advertisement

Non è un segreto che avviare un attività di case vacanze può rivelarsi un’operazione costosa. A partire dall’acquisto della proprietà, fino ai lavori di ristrutturazione e alla messa a punto di tutti i servizi di cui hai bisogno per gli ospiti, potresti ritrovarti a dover spendere una fortuna ancor prima di aver deciso come commercializzare la tua casa vacanze.


Ma se stai valutando di tagliare le spese e risparmiare eliminando del tutto il marketing, beh ripensaci. Le attività di marketing non devono certo mandarti in bancarotta, ma sono essenziali per ogni piccola impresa che stia cercando di generare profitti. Dando per assodato che tu abbia già un sito web professionale, ti proponiamo sei strategie low-cost per il marketing della tua attività di case vacanze, che incrementeranno le tue prenotazioni a fronte di un costo davvero ridotto.

1. Crea un blog

Aggiungere contenuti al tuo sito web tramite un blog che tratti le tematiche connesse alle case vacanze è un ottimo modo per essere notati da potenziali ospiti. Scrivere dando risposte alle domande più frequenti dei viaggiatori circa la destinazione di viaggio, non solo aumenterà le visite al tuo sito, ma aiuterà anche te (ed il tuo business naturalmente) ad affermarti come esperto locale. Esistono infinite idee da cui prendere spunto per dare corpo al tuo blog in poco tempo. In questo modo, i visitatori alla ricerca di semplici informazioni sulla tua zona troveranno il tuo sito, magari ancor prima di aver iniziato a valutare le opzioni di alloggio.

2. Invia una newsletter

L’email marketing rappresenta ancora una delle strategie di maggior successo in termini di ROI (Return of Investment). Inviare una newsletter ti darà l’opportunità di mantenere una relazione con gli ospiti che hanno visitato la tua struttura in passat,o o “agganciarne” di nuovi tra coloro che cercano informazioni sulla tua proprietà. Tramite piattaforme gratuite come Mailchimp, puoi creare gratuitamente newsletter dinamiche e personalizzate da inviare alla tua lista di contatti.

3. Familiarizza con i Social Media

Grazie al boom di Social Media come Instagram e Facebook,  i proprietari di case vacanze hanno avuto la possibilità di connettersi con potenziali ospiti in tutto il mondo. Tra le funzionalità più utili in questo senso troviamo sicuramente l’utilizzo degli hashtag e la geo-localizzazione effettuata dagli ospiti; ma anche postare di frequente e condividere aggiornamenti accattivanti hanno un ruolo chiave nell’utilizzo dei social per promuovere le attività di case vacanze. Tuttavia, l’aspetto migliore di questi canali, a supporto della costruzione di un brand, è il loro essere totalmente gratuiti. Non dimenticare di collegare il tuo sito ai tuoi profili social e viceversa!

4. Crea delle partenrship con le attività locali

Le imprese presenti sul tuo territorio rappresentano una risorsa da non sottovalutare. A differenza di te, queste entità hanno già una solida base di clienti a cui potresti proporre la tua casa vacanze come realtà emergente nell’ambito degli affitti a breve termine. Ecco perché il partenariato con gli enti locali può considerarsi un modo di fare marketing a basso costo ma anche a basso rischio, e che allo stesso tempo attira l’attenzione sulla tua proprietà. Oltre che alla costruzione di relazioni significative con i membri della tua comunità, queste partnership ti aiuteranno anche a migliorare l’esperienza degli ospiti. Raccomandazioni circa ristoranti di fiducia o attività da non perdere renderanno ancora più piacevole il loro soggiorno, e questo influenzerà positivamente le loro opinioni e recensioni.

5. Partecipa agli eventi importanti

Il cosiddetto networking è un’altra di quelle strategie che realmente non costano nulla, ma possono produrre un grande impatto sul tuo business. Prima di prendere in considerazione l’idea di partecipare ad un evento di un’associazione locale di proprietari, assicurati di aver stampato biglietti da visita a sufficienza. È importante averli a portata di mano per poterli condividere con chiunque possa essere interessato a soggiornare presso la tua proprietà in futuro o possa consigliarla ad altri viaggiatori.

Non fermarti agli eventi o conferenze locali, controlla anche cosa accade in posti più lontani. Cero, questo potrebbe supporre un budget extra, ma rappresenterebbe una grande occasione per immettere la tua attività nel giro. Esistono eventi in abbondanza a livello locale, regionale o nazionale, che ogni anno offrono sessioni dedicate alla condivisione delle conoscenze e allo sviluppo delle connessioni tra i professionisti del settore.

6. Impara le regole base di SEO

Ottimizzare il tuo sito web per i motori di ricerca è più semplice di quanto sembri. Comincia con una semplice ricerca di parole chiave per scoprire i termini migliori da usare. Una volta fatto questo, aggiorna i titoli delle pagine di conseguenza, così come le meta-description per includere le parole chiave laddove possibile. Passa poi alla galleria fotografica e rinomina tutte le didascalie delle immagini con descrizioni pertinenti (meglio conosciute come “alt tag” nel mondo SEO; aiutano le tue immagini a comparire su Google). Inoltre, anche il collegamento tra le pagine del tuo sito web e altri siti pertinenti (come le associazioni turistiche locali) può migliorarne il SEO. Infine, se riuscissi ad ottenere che queste pagine con una certa autorità nella tua zona inseriscano un link al tuo sito, beh avresti stravinto!

Ovviamente esistono strade molto più costose in termini di strategie di marketing, pensiamo ad esempio alle campagne online con annunci a pagamento,  e che magari potresti voler prendere in considerazione, una volta avviata l’attività. Queste sei idee sono sicuramente un buon punto di partenza anche per i principianti!

Come ti è sembrato questo articolo?

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VUOI RICEVERE PIÙ PRENOTAZIONI?

Zero costi di configurazione e commissioni. Senza obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.