Advertisement

Nello scorso mese di agosto, il settore delle case vacanze ha fatto il suo debutto sugli schermi televisivi, grazie al lancio dell’ultima serie nata in casa Netflix, Stay Here. Lo show è presentato dalla famosa interior designer Genevieve Gorder e dall’esperto di proprietà immobiliari Peter Lorimer, considerato un vero e proprio guru del settore. Gli episodi della serie costituiscono un vero e proprio viaggio su e giù per gli Stati Uniti, che mira ad educare i proprietari di alloggi per l’affitto a breve termine su come ridare vita alle loro proprietà e migliorarne i profitti.

La serie ha marcato un’importante punto di svolta nel settore. L’ “effetto Airbnb” degli ultimi 10 anni, infatti, non ha cambiato solamente il modo di viaggiare di tutti noi, ma anche i contenuti televisivi.

Oltre a trasformare proprietà piuttosto vecchie in vere e proprie macchine da soldi, Genevieve e Peter impartiscono agli host insegnamenti molto importanti su come gestire con successo le loro attività esclusive.


Dopo aver guardato Stay Here, abbiamo deciso di assemblare una sorta di lista con gli otto punti chiave che ogni proprietario di case vacanze dovrebbe tenere a mente per il proprio successo. Attenzione: potrebbero esserci degli spoiler!

1. L’esperienza dell’ospite è più importante che mai

C’è un tema che ricorre in tutti gli episodi: l’esperienza dell’ospite. Coloro che possiedono una proprietà atta all’affitto a breve termine, non possono aspettarsi di essere competitivi se pensano che i loro oneri si concludano con l’apertura della porta al momento del check-in. Insomma, risulta chiaro, guardando la serie, che i proprietari devono fare il possibile e anche di più per garantire agli ospiti un’esperienza memorabile fin dal principio. Un esempio di come farlo? Un cestino o regalo di benvenuto è un buon inizio.

Netflix Stay Here Seattle Lakeside Lovenest

Image courtesy of Netflix

Esempio: Nel primo episodio vediamo i proprietari Jeff e Jessica visitare il mercato di Pike Place in cerca di prelibatezze locali da offrire ai loro ospiti. Il consiglio di Peter? “Regola generale: qualunque sia il prezzo che stai facendo pagare ai tuoi ospiti per notte, prendine un 10% e spendilo in leccornie.” Quindi, se chiedi €300 a notte, avrai circa €30 da spendere per un caloroso benvenuto che i tuoi ospiti adoreranno.

2. I Social Media hanno cambiato il modo di viaggiare delle persone

Non è un segreto che oggigiorno viaggi e social media vadano a braccetto.  Ma, hai mai considerato fino a che punto la tua proprietà possa giocare un ruolo di rilievo nelle foto e nei ricordi dei tuoi ospiti?

Nel corso di Stay Here, ci sono vari riferimenti circa il rendere le proprietà più “instagrammabili”. Ancor prima di ristrutturare, la designer Genevieve si preoccupa già di esplorare i posti migliori per le future fotografie degli ospiti in arrivo.

Netflix Stay Here Malibu Beach House

Image courtesy of Netflix

EsempioNel secondo episodio, una volta completata l’opera di rinnovamento, Genevieve va a rilassarsi su una delle sedie a dondolo sul ponte della spiaggia di Malibu di Sharone e afferma “Questo è il momento dei social media”.

3. Non sottovalutare il potere del proprio sito web

Ogni business o attività che si rispetti conta con un proprio sito web, e le case vacanze non dovrebbero fare eccezione. Oltre ad annunciare la propria struttura su siti come Airbnb e HomeAway, avere il tuo sito web permetterà ai viaggiatori di prenotare direttamente con te, facendo risparmiare ad entrambi le spese di commissione. Il tuo sito, inoltre, sarà l’unico spazio di promozione di cui potrai avere il totale controllo. Ed infine, quella URL sarà il link della biografia del tuo profilo Instagram, sarà presente nella firma della tua email, ed è anche l’indirizzo che userai sul tuo biglietto da visita.

Netflix Stay Here Lodgify Website

Esempio: Nel sesto episodio, una volta definita la strategia di marketing del proprietario Alex, Peter racconta a Lodgify quali sono i tre elementi più importanti di un sito web di case vacanze. Si parla di “fotografia altamente professionale”, di un’ “ottima descrizione” e di recensioni o “testimonianze di ospiti del passato”: queste sono le chiavi per convertire i visitatori della pagina web in ospiti della propria struttura.

4. I proprietari devono costruire un brand che si distingua dalla massa

Nel momento in cui ci si pubblicizza online, che sia sui siti delle OTAs o tramite il proprio sito web, avere un marchio per la propria casa vacanze è fondamentale. Non solo un brand efficace getterà solide basi per le tue campagne di marketing e ti permetterà di stabilire la combinazione di colori da utilizzare sul tuo sito o nella tua casa, ma aiuterà anche la tua attività a distinguersi dalla concorrenza che hai nelle immediate vicinanze.

Netflix Stay Here Yellow Block BnB

Image courtesy of Netflix

Esempio: Nell’episodio quattro, Peter e il proprietario Gordy organizzano l’esclusivo “Yellow Block bagel” da servire a colazione agli ospiti del Yellow Block BnB. Grazie a questa iniziativa la colazione diventerà un momento memorabile per i gruppi che visitano la struttura, il che, probabilmente, avrà una ripercussione sulle recensioni.

5. Comprendere che le potenzialità del territorio possono migliorare i profitti

Ci sono così tanti fattori che influenzano la gestione di una piccola attività di case vacanze, che i proprietari a volte dimenticano come ottenere il massimo profitto dalle loro offerte. Sappiamo già che l’esperienza degli ospiti deve essere eccezionale. Ecco perché vale la pena fare un passo indietro e analizzare la tua struttura dal punto di vista del viaggiatore. Quali attività esclusive offre la tua zona che i tuoi concorrenti non possono vantare? Fattori come questi possono offrire darti l’opportunità di entrare in contatto con viaggiatori alla ricerca di un’esperienza autentica nella tua regione.

Netflix Stay Here Paso Robles

Image courtesy of Netflix

Esempio: Nel quinto episodio, Sonja e Curtis, proprietari di Paso Robles Wine Country, possiedono una 66 acri di terreno, di cui 40 dedicati al vigneto e alla casa vacanze. Oltre a trasformare un cottage dall’aspetto un po’ disordinato in una location per gli ormai di moda destination weddings, Peter ha aiutato Curtis a formulare idee in tema di marketing, come ad esempio vendere un pacchetto offerta del tipo”Tutto ciò che c’è da sapere sul vino californiano – workshop” o organizzare una serata di degustazione presso la propria struttura (invece di mandare gli ospiti nei vigneti vicini).

6. Partnership con altre attività: un beneficio per tutti

Costruire relazioni e partnership con altre attività e istituzioni locali può dare molti benefici alla tua attività. La cosiddetta cross-promotion (pubblicità reciproca), rappresenta una strategia a bassissimo rischio, ma che può permetterti di crescere facilmente (così come ai tuoi partner) in termini di clienti, promuovere il tuo marchio nel mondo e aumentare gli introiti. Le attività di case vacanze hanno solitamente la possibilità di avvicinarsi alle associazioni e istituzioni delle comunità di cui fanno parte, e incoraggiare queste collaborazioni avrà esiti positivi in entrambi i sensi.

Netflix Stay Here Hudson Carriage House

Image courtesy of Netflix

Esempio: Due dei motivi principali per cui i visitatori affollano Hudson (New York) sono i suoi pittoreschi negozi di antiquariato e l’ampia scelta di arte indipendente. Per questo, nell’episodio numero 6, a Genevieve viene una grande idea: arredare ciò che resta della proprietà di Alex con oggetti dei negozi locali su “richiesta”, il che significa che gli ospiti della Carriage House possono fare acquisti nel luogo in cui dormono!

7. Le raccomandazioni vincenti

Sappiamo che sempre più viaggiatori scelgono le case vacanze per poter avere la famosa “casa lontano da casa”. Un modo infallibile in cui i proprietari possono aiutare gli ospiti ad avere il miglior soggiorno possibile, è condividendo raccomandazioni e consigli sui propri luoghi preferiti. Preparare, dunque, una guida locale per gli ospiti, rappresenta un plus premuroso e utile al tempo stesso. Dato che avrai già molti suggerimenti da elargire su dove mangiare, bere e così via, fai un ulteriore passo avanti e includi consigli personalizzati, modellati a seconda degli ospiti che stai ricevendo. Potrai sbizzarrirti come meglio credi e consigliare concerti, mercati, negozi, spettacoli teatrali e così via.

Netflix Stay Here Palm Springs

Image courtesy of Netflix

Esempio: In diversi episodi, la ristrutturazione della proprietà tiene in conto anche la necessità di comunicare agli ospiti cosa fare nel quartiere. Il Seattle Lakeside Lovenest, lo fa con un poster a tema marino appeso alla parete; Yellow Block BnB con una grande lavagna; e Palm Springs Time Machine addirittura con uno schermo TV vintage.

8. Gli obiettivi sono la chiave del successo

Qualsiasi idea di business richiede un piano aziendale, questo è certo. Come parte di questo processo, è estremamente importante analizzare la concorrenza, definire il tasso di occupazione ideale della struttura e mettere a fuoco ciò che vuoi davvero ottenere dalla tua attività di case vacanze. Stabilendo gli obiettivi fin dal principio, otterrai un piano realistico al quale attenerti per avere la misura del tuo successo.

Netflix Stay Here Budget

Image courtesy of Netflix

Esempio: In tutti gli episodi, Peter and Genevieve ricorrono ai dati di AllTheRooms per determinare quante notti i proprietari devono affittare affinché raggiungano gli obiettivi di un’attività di affitti. Per qualcun l’obiettivo è semplicemente coprire le spese della proprietà quando non è affittata, ma per altri è addirittura ottenere i fondi necessari per gli studi universitari dei figli.


La nuova serie di Netflix, Stay Here, si sta rivelando un successo del piccolo schermo, dando la spinta a molti aspiranti host in tutto il mondo. Incrociamo le dita per una seconda stagione!

Vuoi saperne di più sui proprietari presenti su “Stay Here” e sui loro siti web? Dai un’occhiata alla nostra pagina delle storie di successo!

Come ti è sembrato questo articolo?

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VUOI RICEVERE PIÙ PRENOTAZIONI?

Zero costi di configurazione e commissioni. Senza obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.