Lettura:
5 Idee per moltiplicare le prenotazioni della tua casa vacanze

5 Idee per moltiplicare le prenotazioni della tua casa vacanze

Milioni di persone nel mondo si stanno costruendo una seconda carriera grazie all’affitto delle proprie case e ad altri investimenti immobiliari.

Come sa bene qualsiasi locatore, gestire le prenotazioni in ogni loro aspetto, da ciò che rende felici i clienti durante il loro soggiorno, fino alla capacità di mantenere un flusso di profitti continuo, è praticamente un lavoro a tempo pieno.


Alla luce della crescita della sharing economy, Airbnb e altre piattaforme sono scese in campo per aiutare le persone a gestire il lato amministrativo delle loro attività. In realtà, i proprietari possono gestire le prenotazioni abbastanza bene anche da soli, se sono disposti a mettersi in gioco in un percorso impegnativo ma che elimina le commissioni di intermediari e permette loro di incrementare i profitti.

Il più grande ostacolo per i proprietari di case indipendenti è quello di godere di una crescita costante delle prenotazioni dirette. Ciò sembra imputabile sia ai periodi di calma durante la bassa stagione, sia all’incapacità di mettersi in mostra nello sconfinato mare degli affitti. Tuttavia, l’aumento delle prenotazioni dirette rimane una lotta frenetica durante tutto l’anno.

Ecco cinque idee che puoi utilizzare per aumentare le prenotazioni e mantenere i profitti costanti in quello che è il grande gioco degli affitti turistici.

1. Creati una piattaforma bella e ottimizzata

La regola numero uno per assicurarti una prenotazione online risponde alla necessità di avere delle belle foto del posto che stai cercando di affittare. Foto dall’aspetto professionale aiuteranno il tuo annuncio ad attirare i browser, indipendentemente dal sito che stai utilizzando.

Ma un altro vantaggio dell’investire in foto di qualità, è che puoi utilizzarle per costruire il sito web della tua attività, dove le persone potranno affittare direttamente. Se il tuo sito ha tutte le carte in regola per competere con Airbnb e HomeAway, la fetta dei tuoi profitti si farà più sostanziosa.

Per far sì che il tuo annuncio appaia nei risultati di ricerca abbastanza in alto da poter competere con le più grandi piattaforme, dovrai avere pagine web ottimizzate per dispositivi mobili, ovvero mobile-friendly (e che saranno valide per Google, così come per i tuoi potenziali clienti). Puoi prendere in considerazione l’idea di contrattare un esperto di SEO che possa aiutarti a migliorare i risultati di ricerca, ma puoi anche fare ricerca tu stesso su fattori come le parole chiave principali per il tuo mercato (top keywords), o l’utilizzo di meta descrizioni.

2. Incoraggia gli ospiti a lasciare recensioni

Questo potrebbe suonare strano ai viaggiatori più coscienziosi, eppure esiste un numero sorprendete di persone che non lascia recensioni dopo aver concluso il proprio viaggio. Anche i proprietari che sono soliti ottenere maggior successo riferiscono che solo la metà, circa, degli ospiti pubblica recensioni.

Ciò significa che dovrai essere proattivo in questo senso, al fine di ottenere quel feedback pubblico di cui hai bisogno.

Quando un ospite soggiorna da te, richiedigli e cerca di ottenere una sua recensione entro due giorni dalla fine della permanenza. Personalizzare le richieste spesso funziona meglio dei messaggi predefiniti, alcuni addirittura inviano note scritte di proprio pugno per fare in modo di restare impressi all’ospite.

Ma soprattutto fai tu il “lavoro pesante” per i tuoi ospiti. Facilita i collegamenti alla pagina delle recensioni sul tuo sito web e rendi tutto il più semplice possibile per loro: un rapido click, scrivere e inviare.

Puoi trarre benefici anche dalle recensioni negative. Se qualcuno pubblica una recensione sulla sua esperienza non proprio stellare, puoi rispondere pubblicamente e dimostrare una certa attenzione alle preoccupazioni degli ospiti, il che, come afferma TripAdvisor, darà una spinta positiva alla tua reputazione agli occhi dei lettori.

3. Dimostrati aperto ai soggiorni brevi

Alcuni proprietari adottano politiche per le quali si sottraggono all’affitto dei propri alloggi per soggiorni inferiori ai due o tre giorni, ritenendo non valga la pena affrontare i costi del continuo turnover.

Ma ci sono dei benefici nascosti (leggi: in bella vista) derivanti dal lasciar soggiornare le persone per una sola notte. Il più grande vantaggio consiste nel fatto che, se accetterai prenotazioni per viaggi brevi (soprattutto last minute), avrai racimolato velocemente nuovi ospiti e con essi, nuove recensioni.  Più recensioni avrai, più il tuo sito risalterà nel ranking di ricerca e tra i risultati di altre piattaforme.

Al momento di decidere fra due posti che apparentemente si equivalgono, le persone sono solite orientarsi verso quello che ha più recensioni. Due recensioni che portano ad un punteggio medio di 4.5 stelle, avranno meno peso di 20 recensioni che portano allo stesso punteggio.

4. Ottimizza le tue pagine sui social media e collegale al tuo sito

Oggigiorno, nessun business che pretenda di affermare la propria presenza online può farlo senza passare per i social media. Facebook è certamente considerato il canale standard, ma altre piattaforme come Instagram e Pinterest, siti specializzati nel mostrare grandi e belle immagini di ogni genere di cose, sono altrettanto famosi ormai.

Investi più tempo nell’organizzazione e cura delle tue pagine sui social media con foto di qualità, proprio come fai quando crei il tuo annuncio di affitto; esplora le campagne pubblicitarie a pagamento e il livello di engagement degli utenti tramite i commenti, al fine di migliorare la tua visibilità. L’hashtag giusto al momento giusto potrebbe portarti un nuovo contatto e una nuova prenotazione.

Grazie a piattaforme con un alto livello qualitativo di web design, riuscirai a collegare tutte le tue pagine insieme, creando una solida presenza del tuo brad nella rete.

5. Tira fuori il Leopardi che è in te per le tue descrizioni

Innanzitutto le descrizioni dei tuoi annunci dovrebbero essere accurate e veritiere. Non fuorviare le persone su dettagli importanti come la location, le dimensioni e la struttura della tua casa vacanze. Se ci sono dei difetti, meglio anticiparli subito e lasciare che siano i viaggiatori a decidere per se stessi, perché far presente certi aspetti quando la prenotazione è già confermata ti porterà sicuramente cattive recensioni.

Ma ricorda: stai vendendo (o meglio affittando) un prodotto. Ciò che vuoi è scrivere una descrizione per il tuo annuncio che spinga le persone a “premere il grilletto”. Dipingi le immagini della tua casa con le tue parole (specialmente con le tue parole chiave) e cerca di entrare in connessione con gli ospiti che vuoi attirare.

Non aver paura a prenderti qualche licenza poetica. Solitamente, quando la gente vuole affittare la casa di qualcun altro, si mostra molto interessata tanto alla storia del posto, come alla location e al numero delle stanze. Un’infusione della propria personalità potrebbe davvero fare la differenza per un proprietario che sta cercando di crearsi una posizione.

Esistono infinite idee, tecniche e trucchi che puoi usare per dare impulso alle tue prenotazioni. Sentiti libero di prendere in prestito i consigli dei professionisti del settore immobiliario, il cui lavoro è proprio quello di commercializzare gli annunci delle proprietà per una varietà di clienti.

Presto! Potresti ritrovarti a essere considerato un esperto nel campo, e a dover fronteggiare le richieste degli amici su come aumentare migliorare le inserzioni! Assicurati di mandargli questo articolo prima!


Sull’Autore

Jay Egger è uno specialista in marketing digitale per Fit Small Business, una piattaforma di pubblicazioni che mira ad educare e supportare le piccole attività. Ha esperienza in pubbliche relazioni, SEO, giornalismo,  social media management e produzione video.

Vuoi ricevere più prenotazioni dirette?

Zero costi di attivazione. Zero commissioni. Zero obblighi. Prova Lodgify gratis per 7 giorni.

Altre storie
Guida al glossario del turismo ufficiale
Glossario Turistico: i termini da conoscere per la gestione di una casa vacanze