Advertisement

Cari proprietari di case vacanze: a questo punto vi sarete stufati di leggere articoli che promettono di aiutarvi a trasformare la vostra attività in un modo o nell’altro. Certo, sono letture interessanti, ma contengono sempre un sacco di tecnicismi e terminologia difficile da comprendere.

Buone notizie! Da adesso capirete tutto.

Con questo articolo vogliamo ripartire dalle basi, perciò abbiamo ridotto all’osso il marketing online per le agenzie di case vacanze. Tra poco capirete di cosa stiamo parlando, in cosa è utile alla vostra attività di affitto e quali sono i migliori canali di marketing online per incrementare le prenotazioni dirette!

Se volete saperne di più, continuate a leggere…

Cos’è il marketing online per case vacanze?

Il marketing online (o Internet Marketing, o pubblicità online – ci sono diversi modi per dire la stessa cosa) identifica qualunque strategia, strumento o metodo per far conoscere al mondo il nome della vostra agenzia di case vacanze.

Il marketing online per case vacanze comprende elementi quali il marketing dei motori di ricerca, l’email marketing, il marketing dei social network e gli annunci pubblicitari online. (se siete perplessi e pensate che stiamo facendo esattamente ciò che avevamo promesso di non fare, non temete, tra poco spiegheremo questi termini).

Quali sono i benefici che porta il marketing online a un’attività di affitto di case vacanze?

Se avete un sito di case vacanze, fare del marketing online è praticamente obbligatorio. Ci sono moltissimi vantaggi nell’utilizzo del marketing online. Eccone alcuni:

1. Incrementa le vendite

Mediante i canali online potrete distribuire informazioni sulle vostre case vacanze in modo molto più ampio di quanto si possa fare offline. E questo sia che lo facciate mediante il vostro sito, con pubblicità a pagamento su Google o pubblicando inserzioni su siti di annunci. Potrete anche modificare prezzi e tariffe in modo semplice, a seconda della stagionalità, ad esempio per attirare più prenotazioni fuori stagione.

2. Porta valore aggiunto

Il marketing online permette ai proprietari di case vacanze di offrire ai potenziali clienti dei benefici aggiuntivi (cioè altri motivi per prenotare!), o di informarli direttamente e in tempo reale di ogni novità riguardante le case vacanze.

3. Permette di conoscere davvero gli ospiti

Usando moduli online e via email, questionari e ricerche di marketing online sotto forma di sondaggi, i proprietari di case vacanze possono intavolare una conversazione bidirezionale con i loro potenziali ospiti e apprendere molte cose su di loro. In seguito queste informazioni potranno essere usate per creare contenuti, sviluppare promozioni o addirittura modificare l’aspetto del sito.

4. Fa risparmiare denaro

Usando metodologie online per le iniziative di marketing, adottando comunicazioni via mail o SMS per acquisire o confermare direttamente le prenotazioni, non solo avrete costi minori in termini di personale dal momento che potrete fare (più o meno) tutto da soli, ma otterrete risparmi sulla stampa e sull’affrancatura, perché non sarà necessario utilizzare il servizio postale tradizionale.

Una volta consolidati i processi sul sito (tra cui, se vorrete, le risposte automatiche via email), vedrete quanto può essere veloce, semplice, ma soprattutto economico il marketing online.

5. Consolida la presenza del marchio online

La percezione che gli ospiti avranno del vostro sito di affitti, dei vostri profili social o di ogni altra pagina relativa alla vostra attività (ad esempio, un sito di recensioni) contribuirà ad associare il vostro marchio a un ottimo servizio di affitto di case vacanze.

Un buon marchio non solo contribuisce a distinguervi in un mercato prossimo alla saturazione, ma dà anche fiducia, fidelizza i clienti ed è alla base di tutte le altre tattiche di marketing.

E dunque, quali sono le tecniche di marketing online che si possono usare per incrementare le prenotazioni?

Ci sono molte componenti del marketing online che si completano a vicenda e costituiscono la strategia di marketing complessiva. Adesso esamineremo quelle che ci sembrano le metodologie più importanti per i proprietari di case vacanze.

1. Il SEO

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 1

 

Che cos’è? Il termine SEO sta per “Search Engine Optimization”, l’Ottimizzazione per i Motori di Ricerca, in altre parole è ciò che si può fare per far comparire il sito in posizione preminente nei risultati di ricerca di Google, Yahoo o Bing.

Come potete utilizzarlo per il vostro sito? Ci sono tecniche SEO che possono migliorare il posizionamento organico quando gli utenti ricercano termini specifici riferiti agli affitti di case vacanze. Un buon SEO per il sito tiene in considerazione diversi fattori. Tra questi vi sono il nome del sito stesso, gli URL che si scelgono (gli indirizzi delle pagine) e i metadati che si associano alle varie componenti del sito.

Per informazioni più dettagliate, vi consigliamo di leggere la guida completa alla ottimizzazione in pagina dei siti di case vacanze.

Per i proprietari di case vacanze possedere le basi delle conoscenze del SEO sta diventando sempre più importante, anche perché il settore si fa di giorno in giorno più agguerrito. Per fortuna, il SEO è gratuito!

2. I social network

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 2

Cosa sono? I social network, chiamati anche Social Media sono tutte quelle piattaforme che probabilmente conoscete già molto bene come utilizzatori – Pensate a Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, Pinterest, Google+ e YouTube, tanto per citarne qualcuna. Dunque il marketing dei social network riguarda l’utilizzo di questi mezzi di comunicazione per coinvolgere e raggiungere il vostro target di pubblico.

Come si possono sfruttare per le case vacanze? I proprietari di case vacanze possono usare il marketing dei social network per portare più traffico sul sito. A seconda di quali canali si desidera utilizzare ci sono diversi tipi di contenuti che si possono pubblicare per attirare visite sul sito. Oltre a portare un incremento nelle pagine viste, il marketing dei social network può aiutare i proprietari di case vacanze a migliorare la conversione delle prenotazioni, accrescere e rafforzare la conoscenza del marchio. Inoltre i social network possono essere utilizzati come strumento di comunicazione in tempo reale per parlare ai potenziali ospiti e rispondere alle loro richieste.

Niente male, vero?

Facebook attualmente è il social network più utilizzato, ma altre piattaforme come Instagram e Snapchat si stanno rapidamente facendo strada. Dal momento che l’utilizzo dei social network per ottenere visibilità online è gratuito, non potete assolutamente permettervi di trascurare queste risorse per le tattiche di marketing!

3. SEM e PPC (pay per click)

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 3

Che cos’è? SEM ha un suono molto simile a SEO e infatti le due prime iniziali stanno per “Search Engine”. La M sta per “Marketing” e il “Search Engine Marketing”, il Marketing dei Motori di Ricerca è il metodo utilizzato per fare traffico pagando annunci sui motori di ricerca come Google. PPC è l’acronimo di “Pay Per Click”, che significa che si paga soltanto quando l’utente clicca sulla pubblicità.

Il PPC però non serve soltanto per la pubblicità sui motori di ricerca. Può essere riferito anche ad altri tipi di inserzioni a pagamento, come i banner sui social network o il remarketing, una tecnica che consente di visualizzare le inserzioni di un sito quando si visitano altri siti.

A cosa servono su un sito di case vacanze? Per fare in modo che le inserzioni che stai pagando restino in cima ai risultati di ricerca, puoi fare delle offerte sulle keyword che identifichi come importanti per la tua attività. Usare le tattiche PPC è il modo più semplice per mantenere una posizione preminente. Come risultato si ottiene un maggior volume di traffico diretto verso il sito di case vacanze e di conseguenza, un maggior numero di prenotazioni.

È un modo relativamente economico per ottenere dei risultati. In fin dei conti, si paga solo se si verificano dei click diretti verso il sito. A voi resta il compito di mantenere alto l’interesse del potenziale ospite una volta che è atterrato sulle pagine del sito.

C’è anche un’altra metrica, chiamata CPM – costo per 1.000 impression – che rappresenta un’alternativa a basso costo. Se la concorrenza è poca, le offerte possono scendere anche al di sotto di 0,10€.

4. Content marketing

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 4

Che cos’è? Oltre ad essere un neologismo in voga in questo momento, il content marketing si riferisce al processo di creazione di contenuti di qualità che catturano e trattengono l’utenza a cui sono destinati, promuovendo al contempo il marchio stesso.

Come può essere usato in un sito di case vacanze? Idealmente i potenziali clienti di una casa vacanze dovrebbero già essere su Internet alla ricerca di risposte da parte vostra. Ma quando fornite agli utenti delle informazioni in grado di renderli più informati o più consapevoli di un argomento che li interessa o perlomeno, più interessati ad approfondire quell’argomento, fate in modo che il marchio dell’agenzia di case vacanze rafforzi la sua immagine di affidabilità e fate percepire il proprietario come un esperto.

Un buon punto di partenza sono le descrizioni degli alloggi sul sito di case vacanze. Serve a poco dire che affittate soggiorni in questo o quel posto, ciò che dovete fare è raccontare una storia descrivendo che cosa attende gli ospiti in quel posto: cosa potranno fare, cosa vedranno, gusteranno, toccheranno ascolteranno e odoreranno! Ci sono studi che spiegano che i turisti, per le descrizioni delle case di vacanza preferiscono contenuti informativi, ma anche scritti con creatività, ed è meglio tenerlo in mente se si vuole incrementare il numero di richieste.

Per aggiungere un po’ di vivacità al vostro sito di case vacanze potreste pensare di scrivere un blog su cui concentrare gli sforzi di content marketing. Un blog rappresenta un modo semplice per generare traffico e , usando determinate parole chiave, anche per ottenere un buon posizionamento del sito in termini di SEO. Pensate a quanti argomenti possono attrarre lettori sul vostro sito: “i 10 migliori ristoranti della Riviera di Ponente”; “5 cantine storiche da visitare nel Salento”. I post non devono necessariamente avere una relazione diretta con le vostre case vacanze o la loro gestione – a volte è persino più facile avere posizionamenti migliori con termini di ricerca che non sono associati alle case di villeggiatura.

5. Affiliate marketing

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 5

Che cos’è? L’affiliate marketing esiste da sempre. O meglio, esiste da quando esiste il marketing… Quando usate il vostro sito per parlare ai clienti di un altro prodotto, e i vostri clienti acquistano quel prodotto, e voi ricevete un compenso per aver informato i clienti – ebbene, quello è affiliate marketing. Non solo rappresenta un’occasione in più di intascare qualche compenso extra, ma contribuisce a creare delle relazioni di collaborazione con altre aziende online.

Come può essere usato per i siti di case vacanze? Uno dei modi più semplici per sfruttare l’affiliate marketing sul sito di case vacanze è mettere dei link verso servizi od offerte utili, come visite guidate, tour in pullman, noleggio di veicoli, gite in barca, noleggio di sci e così via… per qualunque cosa che vi venga in mente, probabilmente esiste un programma di affiliazione.

Fate una ricerca in internet e vedete se qualcuno di questi servizi nei pressi delle vostre case vacanze offre un programma di affiliazione. Aderendo al programma vi verrà dato un link da mettere sul sito. Per ogni acquisto o pagamento effettuato tramite quel link vi verrà riconosciuta una commissione.

6. Email marketing

Guida online marketing per l'affitto di case vacanze 6

Che cos’è? Molti vi diranno che l’email marketing è morto e sepolto da un sacco di tempo, ma secondo le statistiche non è così. L’email marketing al giorno d’oggi produce ancora un buon ritorno sugli investimenti (ROI). L’email marketing è un marketing diretto, cioè, invece di servirsi di un mezzo di comunicazione intermedio come la TV o i social network, raggiunge i potenziali clienti direttamente nella loro casella di posta elettronica.

Come può essere utilizzato per un’attività di case vacanze? Oggi come oggi l’email marketing non riguarda soltanto le newsletter, ma è strettamente collegato al content marketing. Le buone pratiche dell’email marketing portano a un’intensificazione della relazione tra i proprietari di case vacanze e i loro ospiti potenziali, attuali e passati. Il contenuto delle comunicazioni deve essere pensato per convincere garbatamente i destinatari a fare nuove prenotazioni. Nei migliori esempi di email marketing per case vacanze si nota sempre un concreto scambio di valori, dove il proprietario mette a disposizione del contenuto di qualità in cambio del prezioso tempo dei propri ospiti.

L’email marketing è un modo piuttosto economico per ottenere l’attenzione dei potenziali clienti e può portare benefici concreti ai proprietari di case vacanze, in più, con praticamente tutti gli email provider si può misurare molto semplicemente il successo delle iniziative in termini di email aperte e click-through.

Email marketing is a pretty cheap way to get your potential guests’ attention, and can be hugely beneficial for vacation rental owners. What’s more, it’s so simple to measure success, email open rates and click-throughs using almost any email provider.

Adesso che avete letto la nostra guida sull’online marketing, ci piacerebbe avere la vostra opinione. Quali metodologie funzionano meglio per la vostra attività di affitto di case vacanze? Lasciateci un commento con  le vostre riflessioni.

Non avete ancora un sito di case vacanze? Cominciate oggi stesso un periodo di prova con Lodgify!


PROVA GRATUITA!

Come ti è sembrato questo articolo?
Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *